Pensione Opzione donna: no ai contributi figurativi

Per accedere all’opzione donna non possono essere considerati i contributi figurativi, i 35 anni devono essere di contributi effettivi.

Sono nata il 4/1/1959, assunta nel privato il 1/2/1983.

Sono stata licenziata il 22/12/2016  con 33 anni e 9 mesi di contribuzione. Sono in cassa integrazione fino al 31/1/2019.  Con un totale di contributi pari a 35 anno e 9 mesi ( di cui 2 anni figurativi). Posso andare in pensione con opzione donna? 
 
Purtroppo per accedere alla pensione con il regime sperimentale Opzione donna i 35 anni di contributi richiesti devono risultate da lavoro effettivo, da ricongiunzione, da riscatto o figurativi con esclusione dei contributi figurativi da malattia e da disoccupazione.
Essendo, quindi, lei in possesso soltanto di 33 anni e 9 mesi di contributi effettivi non può accedere alla pensione con l’opzione donna.
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.