Pensione Opzione donna: proroga al 2019, oneri e risparmi

-
21/12/2018

Pensione Opzione donna:La spesa corrente è l’insieme della spesa pubblica necessaria all’ordinaria conduzione della struttura statale.

Pensione Opzione donna: proroga al 2019, oneri e risparmi

Pensione Opzione donna:La spesa corrente è l’insieme della spesa pubblica necessaria all’ordinaria conduzione della struttura statale.
L’investimento è una operazione di trasferimento di risorse nel tempo, caratterizzata dal prevalere di uscite monetarie nette in una prima fase e di entrate monetarie nette in una fase successiva, con l’aspettativa che le entrate remunerino adeguatamente le uscite.
Da una stima di larga massima, i costi per prorogare Opzione Donna al 31 dicembre 2019, considerando una platea di aderenti pari al 100% delle aventi diritto, sono i seguenti:
– 300 milioni nel 2019;
– 770 milioni nel 2020.
A fronte di questo modesto stanziamento, la proroga di Opzione Donna potrebbe garantire, nel medio termine, 23 miliardi di euro di risparmi da utilizzare a proficuo supporto del sistema previdenziale delle future generazioni.
Alleghiamo il grafico relativo all’andamento degli oneri e dei risparmi.
A voi le conclusioni.
Gruppo opzione donna le escluse Opzione donna andamento

Leggi anche: Pensione a 57 anni