Pensione opzione donna proroga 2020: possono accedere le nate del 1961

-
23/10/2019

Proroga opzione donna: perchè c’è poca chiarezza sui dettagli della misura?

Pensione opzione donna proroga 2020: possono accedere le nate del 1961

Con il decreto fiscale finalmente si sono avute importanti novità in ambito previdenziale ed in particolare annunciando la proroga del regime sperimentale opzione donna e dell’Ape sociale. Non saranno rinnovate, invece, misure come l’Ape volontario e l’Ape aziendale che giungeranno, quindi, a naturale scadenza il 31 dicembre 2019.

Proroga Opzione donna

Una nostra lettrice ci scrive:

Vorrei capire perché le informazioni sono poco chiare se opzione donna è stata prorogata per il 1961? Grazie

L’opzione donna è stata prorogata e permetterà il pensionamento, con 35 anni di contributi, alle lavoratrici dipendenti nate nel 1961 e alle lavoratrici autonome nate nel 1960. Questo quanto comunicato, dopo la pubblicazione del decreto fiscale che porterà l’esecutivo alla prossima legge di Bilancio.

Non c’è molta chiarezza sulla misura e sulla proroga, semplicemente perchè non essendo ancora nota la bozza della prossima legge di Bilancio non si conoscono i particolari. Tutto quello che è stato reso noto, al momento, è soltanto che la misura sarà prorogata estendendo la possibilità di pensionamento anche alle nate del 1961 (1960 se autonome). 

Già questo, in ogni caso, fa comprendere che i requisiti per accedere (35 anni di contributi e 58 o 59 anni di età) dovranno essere raggiunti presumibilmente entro il 31 dicembre 2019.

Non appena saranno resi noti altri particolari sulla proroga in questione, in ogni caso, sarà nostra cura informare i nostri lettori prontamente.