Pensione Opzione donna, sarà rinnovata ogni anno, giustizia per le nate nel 1961

-
20/01/2019

Il sottosegretario Durigon ha dichiarato al Gruppo opzione donna le escluse, che la proroga ci sarà anno dopo anno, giustizia per le nate nel 1961.

Pensione Opzione donna, sarà rinnovata ogni anno, giustizia per le nate nel 1961

Tanta la confusione sulla proroga pensione Opzione donna valida solo per l’anno 2019, i requisiti hanno subito varie modifiche, alla fine è arrivata l’approvazione del decreto, analizziamo i requisiti riportati e la dichiarazione del sottosegretario Durigon. 

Art. 16 – Opzione donna

1. Il diritto al trattamento pensionistico anticipato secondo le regole di calcolo del sistema contributivo previste dal decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 180, è riconosciuto nei confronti delle lavoratrici dipendenti nate entro il 31 dicembre 1960, e delle lavoratrici autonome nate entro il 31 dicembre 1959 le quali abbiano maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni al 31 dicembre 2018.

2. Al trattamento pensionistico di cui al comma 1 si applicano le disposizioni in materia di decorrenza di cui all’articolo 12 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.

Gruppo Opzione donna le escluse

Buongiorno, mi sto attivando per incontrare il sottosegretario Durigon o la vicepresidente Spadoni,  ho bisogno dell’aiuto di tutti per darci visibilità. Durigon ha risposto che Opzione donna sarà prorogata di anno in anno, vi giro il link con il post fatto oggi, ma dire è già positivi ma scriverlo è indispensabile per la tranquillità di tutte le donne escluse, in particolare le donne del 1961 che erano già incluse nel contratto di GOVERNO se i requisiti non fossero stati modificati. Grazie

Paola Viscovich 

GRUPPO OPZIONE DONNA LE ESCLUSE

opzione donna