Pensione Quota 100 con 62 anni e 38 anni di contributi, criticità e convenienza

Pensione Quota 100: a giugno 62 anni con 39 posso andare in pensione?

La pensione Quota 100, attualmente non è ancora definitiva, dovrà essere inserita nella legge di Bilancio 2019. I requisiti richiesti sono 62 anni di età e 38 anni di contributi, con un massimo di 2 o 3 anni di contributi figurativi. Quello dei contributi figurativi è un limite significativo. Chi possiede più anni di contributi figurativi (malattia, Naspi, congedo, ecc.), non potrà considerarli nel calcolo per il requisito contributivo richiesto di 38 anni.

La pensione Quota 100, si presenta senza penalizzazioni e verrà calcolata come una normale pensione, inoltre potranno aderire anche chi è in isopensione. Se la misura verrà confermata, molti i lavoratori che aderiranno, lasciando lavoro ai giovani, ci sarà un ricambio generazionale, questo rappresenta l’obiettivo principale del governo, dimezzare o eliminare la disoccupazione.

Quindi, lei con con 62 e 39 anni potrà aderire alla Quota 100, comunque bisogna attendere che il tutto sia ben definito.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]

pensione precoci modulo AP116

Pensione Quota 100 con 62 anni e 38 anni di contributi, criticità e convenienza ultima modifica: 2018-10-10T07:47:50+00:00 da Redazione NotizieOra

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.