Pensione quota 100 con più di 38 anni di contributi: su quanti anni viene calcolato l’assegno?

-
23/10/2018

Come sarà calcolato l’importo dell’assegno pensionistico della quota 100 se i contributi versati sono più di 38 anni?

Pensione quota 100 con più di 38 anni di contributi: su quanti anni viene calcolato l’assegno?

Facendo la domanda  per la quota 100 con 62 anni e 42e 6 mesi e in pratica anticipando la domanda di pensione anticipata di 9 mesi , vorrei sapere con la quota 100 quale numero di anni la mia pensione verrebbe calcolata GRAZIE

 

La quota 100 richiede i requisiti minimi di 62 anni di età e di 38 anni di contributi. Questo però non significa che la pensione sarà calcolata sui 38 anni di contributi richiesti. L’assegno pensionistico di ogni lavoratore sarà calcolato sul montante contributivo versato e, quindi, nel suo caso, sui 42 anni e 6 mesi di contributi maturati. Se così non fosse stato le sarebbe convenuto, piuttosto che perdere 4 anni e 6 mesi di contributi versati, attendere i 9 mesi che la separavano dalla pensione anticipata.

In ogni caso ogni pensione viene calcolata, sempre, sui contributi versati dal lavoratore in base al sistema di calcolo spettante, sia esso contributivo o misto.

Per un approfondimenti in tal senso consigliamo la lettura dell’articolo: Come si calcola la pensione con il calcolo contributivo e retributivo, confronto e convenienza

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]