Pensione quota 100: con quale finestra e quanta penalizzazione?

-
29/01/2019

Quale decorrenza per la pensione con la quota 100 per un dipendente statale già in possesso dei requisiti di accesso e quali penalizzazioni sull’assegno pensionistico?

Pensione quota 100: con quale finestra e quanta penalizzazione?

Buongiorno,

mia moglie a giugno prossimo compirà 64 anni e a settembre prossimo 41

anni di contributi ( è infermiera ).

Potrà andare in pensione anticipata ?

Quanto sarà in percentuale la penalizzazione ?

 

Sua moglie, essendo già in possesso dei requisiti necessari per l’accesso alla pensione con quota 100 potrebbe accedere alla pensione con decorrenza 1 agosto 2019.

Nel decreto pensioni del 17 gennaio 2019, infatti si legge:” i dipendenti pubblici che maturano entro la data di entrata in vigore del presente decreto i requisiti previsti dal comma 1, conseguono il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico dal 1° agosto 2019″.

Per quel che riguarda le penalizzazioni la quota 100 non ne prevede nel calcolo dell’assegno pensionistico. Le decurtazioni di cui si parla sono riferite all’eventuale pensione che percepirebbe aspettando i 67 anni necessari per accedere alla pensione di vecchiaia. Nel caso di sua moglie avrebbe una pensione calcolata su 3 anni di contributi versati in più rispetto a quella che percepirebbe accedendo con la quota 100, ma, di contro, dovrebbe anche lavorare 3 anni in più versando contributi.

Nessuna penalizzazione, quindi, ma solo una stima su quella che potrebbe essere la pensione lavorando qualche anno in più (stima che potrebbe essere applicata a qualsiasi tipo di pensione anticipata, quindi). In ogni caso con la quota 100 la pensione sarà calcolata normalmente su tutti i contributi versati e senza penalizzazioni.