Pensione quota 100, cosa accade se viene approvata e poi cade il governo?

Cosa rischia chi decide di rimandare l’accesso alla quota 100 nel caso l’esecutivo dovesse cadere dopo la conversione in legge del decreto?

La preoccupazione dei nostri lettori, molto probabilmente dopo quello che è successo con gli esodati della Riforma Fornero, è che anche con la quota 100 si possa rimanere senza lavoro e senza diritto alla pensione e lo spauracchio messo in circolazione dai media che il governo possa cadere spaventa chi non sta fruendo della possibilità di accedere alla misura da subito.

Pensione quota 100: se non subito cosa si rischia?

Un nostro lettore, preoccupato, ci scrive: “Ho rinunciato alla pensione quota 100 oggi, pur avendo i requisiti 62 anni e 39 di lavoro. Potrò fare la domanda a dicembre 2019 per il prossimo anno o rischio in caso di una caduta dell’ esecutivo?”.

Il problema principale della quota 100 in caso di una caduta dell’esecutivo (molto remota a mio avviso) è prima della sua conversione in legge: in questo caso, infatti, il suo iter parlamentare potrebbe bloccarsi. E il problema in questo caso sarebbe di tutti coloro che hanno già presentato le dimissioni per aderire alla misura nelle prossime settimane.

Ma una volta che il DL 4/2019 sarà convertito in legge anche se l’esecutivo dovesse cadere non accadrebbe nulla poichè si tratterebbe di una legge già approvata e in vigore. Nel suo caso, quindi, volendo aderire alla quota 100  a dicembre, se l’esecutivo dovesse cadere ora, prima della conversione in legge (come le ripeto ipotesi molto remota) non potrebbe accedere comunque, ma accedendo a dicembre lei saprà se la conversione in legge è avvenuta o meno prima di lasciare il suo posto di lavoro.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.