Pensione quota 100 e contributi da cassa integrazione e mobilità

-
18/02/2019

Cassa integrazione e mobilità sono utili al perfezionamento degli anni di contributi per l’accesso alla quota 100?

Pensione quota 100 e contributi da cassa integrazione e mobilità

Buon giorno. Ho 30,5 anni di contributi versati, + 5 anni di cassa integrazione e 2 anni di mobilità al 31 12 2018. La cassa integrazione e la mobilità sono da considerarli validi per quota 100? Compio 62 anni il 23 luglio 2019. Saluti e grazie. 

 

Nella circolare Inps numero 11 del 29 gennaio 2019 viene specificato che “Ai fini del perfezionamento del requisito contributivo è valutabile la contribuzione a qualsiasi titolo versata o accreditata in favore dell’assicurato, fermo restando il contestuale perfezionamento del requisito di 35 anni di contribuzione utile per il diritto alla pensione di anzianità, ove richiesto dalla gestione a carico della quale è liquidato il trattamento pensionistico.”.

Quota 100, quali contributi figurativi?

I 35 anni di contributi  richiesti per il perfezionamento del diritto alla pensione di anzianità possono essere contributi obbligatori, volontari, da riscatto, volontari ma anche figurativi con l’esclusione dei contributi figurativi da disoccupazione indennizzata e malattia.

La cassa integrazione e la mobilità non rientrano nella disoccupazione indennizzata pur essendo ammortizzatori sociali e, di conseguenza, sono utili al perfezionamento dei 35 anni di contributi di cui si parla nella circolare numero 11 dell’INPS. Rientra quindi, tranquillamente, nella quota 1oo non appena compirà i 63 anni e avrà atteso i mesi per la decorrenza della pensione.