Pensione Quota 100 e contributivi figurativi, il decreto non è chiaro

-
09/01/2019

Pensione Quota 100, il decreto non è chiaro, cosa bisogna fare quando si hanno contributi figurativi per il raggiungimento del requisito contributivo?

Pensione Quota 100 e contributivi figurativi, il decreto non è chiaro

Pensione Quota 100: Buonasera, continuo a seguire con attenzione l’evolversi di quota 100. Oggi finalmente e’ uscita la bozza del decreto legge. Ebbene la leggo e rileggo, ma non capisco e non trovo nulla in relazione all’uso dei contributi figurativi. Io ho 40 anni e 4 mesi di contributi di cui 3 anni sono di mobilita’ e uno di servizio militare. Compio 62 anni nel 2020 e vorrei smettere di pagare dei salatissimi contributi volontari ( pago poiche’ orami disoccupato e per arrivare ai requisiti e’ l’unico modo). Ma di questi contributi figurativi tutti sono i computabili e usabili per quota 100? ( Se controlliamo la legge Fornero tutto e’ amesso ). Se anche voi avete letto il decreto, lo avete capito? Grazie

Quota 100: contributi figurativi e decreto

Il decreto della Riforma pensione, contiene la Quota 100 con i seguenti requisiti:  62 anni di età anagrafica e 38 anni di contributi. La misura è sperimentale e durerà tre anni dal 2019 al 2021. E’ stato previsto il cumulo contributivo gratuito per tutti coloro che hanno versato i contributi in varie casse previdenziali. Inoltre, vige il divieto di cumulo lavorativo, tranne per il lavoro occasionale con un limite di 5.000 euro annui. Previste finestre di uscita diverse tra i dipendenti pubblici e privati. I dipendenti privati potranno accedere alla Quota 100 dal 1° aprile 2019 se hanno maturato i requisiti nel 31 dicembre 2018, poi bisognerà attendere tre mesi dalla maturazione dei requisiti. I dipendenti pubblici potranno accedere alla Quota 100, il 1° luglio 2019 se hanno maturato i requisti entro il 31 marzo 2019. Dovranno dare un preavviso pensionistico. alle amministrazione di 6 mesi.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

In riferimento ai contributi figurativi, il decreto non riporta nessun limite, quindi saranno tutti considerati, non ci sono vincoli. Bisogna attendere che il decreto diventi definitivo e che l’Inps pubblichi le istruzioni e le modalità di adesione alla misura.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio