Pensione Quota 41 con lavoro precoce anche nel 2020

-
27/02/2020

Pensione anticipata con quota 41 per lavoratori precoci, esiste anche nel 2020? Rispondiamo a questa domanda analizzando anche i requisiti richiesti.

Pensione Quota 41 con lavoro precoce anche nel 2020

La pensione anticipata quota 41 è una misura che permette di accedere alla pensione con solo 41 anni di contributi indipendentemente dall’età anagrafica. Questa misura ha dei requisiti molto restrittivi, infatti, non bastano solo i 41 ani di contributi è richiesto almeno un anno di contributi versato prima del diciannovesimo anno di età (lavoro precoce) e bisogna far parte delle categorie di tutele.

Pensione quota 41 anche nel 2020?

Un lettore ci scrive: Buongiorno mi chiamo C.G. son nato 2 marzo 1969 son dall’età di 14 anni sempre lavorando con tutti i contributi versati più il servizio militare quando potrò andare in pensione, e se esiste ancora lavoratore precoce.

La pensione anticipata quota 41 per i lavoratori precoci è attualmente in vigore, è una misura strutturale e non ha una scadenza. Come sopra riportato oltre al lavoro precoce e il requisito contributivo per poter accedere bisogna anche appartenere anche una categoria di tutela.

Lei può accedere alla misura se si trova in una di queste categorie di tutela: disoccupato che da 3 mesi ha finito di percepire la naspi; lavoratore invalido con una percentuale del 74%; lavoratore caregiver che almeno da 6 mesi assiste il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3); lavoratore che svolge mansioni usuranti o gravose.

Con il decreto n. 4/2019 è stata inserita una finestra di tre mesi dalla maturazione dei requisiti.