Pensione Quota 41 per tutti senza paletti e vincoli dal 2020, la Fornero contraria

-
25/07/2019

Pensione Quota 41 aperta a tutti dal 2020, solo con 41 anni contributi senza lavoro precoce e tutele. Ecco le promesse anche se la Fornero è contraria.

Pensione Quota 41 per tutti senza paletti e vincoli dal 2020, la Fornero contraria

La nuova riforma pensioni nel 2020 dovrebbe permettere di andare in pensione con la Quota 41 solo con 41 anni di contributi, senza lavoro precoce e tutele. Una Quota 41 per tutti solo con l’anzianità contributiva, queste sono le promesse del Governo. Ricordiamo che la quota 41 è stata inserita nel contratto di Governo a firma di Di Maio e Salvini. Doveva fare il suo ingresso nel 2019 insieme alla Quota 100, successivamente per mancanza di fondi è stata spostata nel 2020, quindi nella nuova legge di Bilancio. Purtroppo, le voci discordanti non fanno ben sperare in una sua possibile attuazione. Vediamo cosa sta succedendo e com’è oggi la misura pensionistica Quota 41.

Pensione lavoratori precoci

Buonasera, potete x favore dirmi quando mio marito deve far domanda per poter accedere a quota 41, maturando i 41 anni a gennaio 2020?

Premetto che fa il camionista da più di 30 anni e ha iniziato a lavorare a 16 anni. Grazie

Attualmente possono accedere alla pensione quota 41 i lavoratori precoci prevede con 41 anni di contributi, di cui almeno un anno (12 mesi – 52 settimane) deve risultare versato prima del compimento del diciannovesimo anno di età, indipendentemente dall’età anagrafica. Inoltre, i lavoratori devono trovarsi in una delle seguenti categorie di tutele:

  • Lavoratore disoccupato licenziato, che ha perso involontariamente il lavoro anche per giusta causa. Bisogna aver maturato tre mesi dalla intera prestazione dell’indennità di disoccupazione Naspi;
  • Lavoratore con un’invalidità uguale o superiore al 74%;
  • Lavoratore “Caregiver” che assiste da almeno sei mesi il familiare con disabilità grave (legge 104 art. 3 comma 3);
  • Lavoratore che svolge mansioni lavorative pesanti e faticose “lavoro gravoso e usurante”.
  • Il decreto-legge n. 4/2019 ha sospeso l’aspettativa di vita di 5 mesi voluta dalla legge Fornero e ha inserito una finestra mobile di tre mesi dalla maturazione dei requisiti.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Tra i lavori gravosi rientra il lavoro di camionista, nella categoria di:  Conduttori di mezzi pesanti e camion.

Quindi, in merito al quesito posto, le consiglio di verificare la categoria di assunzione di suo marito e se rientra in quella richiesta per i lavori, come sopra indicato “conduttori di mezzi pesanti e camion”.

La Fornero contraria alla Quota 41 nel 2020

In un’intervista rilasciata ad UnoMattina Estate, la professoressa Fornero spiega che la pensione anticipata quota 41 non è un obiettivo primario. Infatti, si trova contraria alla quota 41 dal 2020 per tutti, in quanto bisogna creare nuove risorse occupazionali e così poter sanare i buchi contributivi. In un’ottica del futuro, contrasta la riforma pensioni attuale e quella prossima consigliando di puntare al welfare, senza lavoro le pensioni non si possono pagare.