Pensione quota 41 precoci abolita nel 2019: quanto c’è di vero?

-
21/11/2018

Quanto c’è di vero nella voce che vorrebbe un’abolizione della quota 41 precoci per il 2019?

Pensione quota 41 precoci abolita nel 2019: quanto c’è di vero?

Buongiorno 

Vorrei sapere se potrò accedere nel 2019 alla pensione anticipata precoci con 41 (o 41anni e 5 mesi).
In breve: io sono una donna di 59 anni (60 ad aprile) e ho lavorato dall’età di 17 anni e mezzo sino a dicembre 2016 quando sono stata licenziata per chiusura attività per un totale di 39 anni e 7 mesi di contributi.
Ora percepisco la Naspi sino a dicembre 2018 quando totalizzero’ 41 anni e 7 mesi di contributi .
In base a quanto comunicatomi dell’Inps a gennaio 2019 dovrei fare domanda di pensione con decorrenza 04/2019 (dopo i 3 mesi di totale assenza di ammortizzatori sociali).
Oggi però mi sono recata in un patronato per chiedere ulteriori informazioni e mi hanno detto che con le nuove disposizioni la pensione anticipata a quota 41 per i precoci anche se disoccupati è stata abolita.
Mi sapere dare una risposta chiara al mio quesito?
Anche perché, come potete immaginare, la loro risposta mi ha sorpreso e preoccupato moltissimo.
Grazie mille per la gentile risposta che vorrete darmi.
 
 
Non deve nè stupirsi nè preoccuparsi, la quota 41 precoci non è stata abolita per il 2019. Le disposizioni del governo, anzi, dicono il contrario.
La riforma pensioni del governo presentata e in attesa di approvazione, infatti, presenta una norma per il blocco dell’aumento dell’età pensionabile di 5 mesi per chi accede, nel 2019, alla pensione anticipata tradizionale e alla pensione quota 41. Al di là del fatto che il blocco venga accettato o meno, le sembra plausibile che il governo presenti una misura che chiede il blocco dell’aumento dell’età pensionabile per accedere ad una pensione abolita? Direi che il patronato cui si è recata è davvero male informato. Non si parla di nessuna abolizione.

 
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]