Pensione: salvaguardia, Ape e beneficio “precoci”, si può scegliere

Importanti novità sulle pensioni per gli esodati che sono rientrati in un provvedimento di salvaguardia e presentano anche domanda di accesso all’APE sociale o beneficio “precoci”.

L’INPS ha comunicato la procedura per scegliere tra i due benefici, con il messaggio n. 1481/2018.  Con la nota del Ministero del Lavoro n. 7214/2017, vengono chiariti i principi di base sulla scelta: i soggetti che abbiano già ottenuto la certificazione per l’accesso alla pensione in salvaguardia, hanno la facoltà di optare tra le due prestazioni.

Pensione Ape Sociale e Beneficio “precoci”: la scelta

L’INPS ha reso noto che nel momento in cui i lavoratori presentano domanda di  APE o beneficio “precoci”, consente loro di scegliere se mantenere lo status di salvaguardati, con l’accesso alla pensione con le regole ante-Fornero, oppure accedere alla nuova prestazione previdenziale richiesta.

La salvaguardia

Se si decide di privilegiare la salvaguardia, sarà respinta la domanda di certificazione APE o pensione precoci. Viceversa, se si sceglierà l’APE sociale o la pensione precoci, si annulla il diritto alla salvaguardia e l’INPS provvederà a mettere in lavorazione la domanda di certificazione per APE sociale o beneficio “precoci”.

La scelta è irreversibile, non si potrà più tornare indietro, si perde definitivamente il diritto alla salvaguardia, e se alla fine i lavoratori, non si riescano ad agganciare alla pensione anticipata APE o al beneficio “precoci”, decadono anche i requisiti. Quindi è utile fare molta attenzione alla scelta che si va ad affrontare, facendo tutte le valutazioni del caso.

pensione precoci perché nel frattempo decadono i requisiti. È quindi utile che in questi casi vengano effettuate con attenzione tutte le valutazioni del caso.

Riesame domande salvaguardia esodati

L’INPS riesaminerà le domande di certificazione del diritto scartate con la motivazione che il lavoratore risultava già iscritto a una salvaguardia esodati.

Quindi tutti i lavoratori esodati in salvaguardia, che hanno avuto una risposta negativa, verranno contattati dalle strutture INPS di appartenenza con la possibilità di scelta tra le varie forme pensionistiche: pensione APE Social, beneficio “precoci” o Salvaguardia.

La scelta riguarderà anche le domande di APE o di pensione precoci presentate nel 2017. L’INPS non specifica in modo chiaro nel documento di prassi, ma sottolinea la necessità di rielaborare tutte le domande dei salvaguardati scartate.

Pensione: salvaguardia, Ape e beneficio “precoci”, si può scegliere ultima modifica: 2018-04-11T10:05:10+00:00 da Redazione NotizieOra

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.