Pensioni anticipate 2019: tutte le possibilità per accedere con l’aumento di 5 mesi

-
04/07/2018

Quali sono le possibilità di pensioni anticipate nel 2019? Riassumiamole con relativi requisiti.

Pensioni anticipate 2019: tutte le possibilità per accedere con l’aumento di 5 mesi

Molte sono le preoccupazioni di coloro che dovranno accedere alle pensioni anticipate nel 2019 a causa dell’aumento dell’età pensionabile di 5 mesi a causa dell’adeguamento di vita Istat e proprio per questo abbiamo riassunto in questo articolo tutte quelle che sono le possibilità di pensioni anticipate che potranno essere utilizzate per lasciare il mondo del lavoro.

Dato per appurato che se non ci sarà una proroga nella prossima Legge di Bilancio l’Ape sociale terminerà il 31 dicembre 2018 quali saranno le pensioni anticipate cui si potrà accedere e con quali requisiti dal 1 gennaio 2019?

 

Pensioni anticipate 2019: requisiti

  • PensionePensione anticipata ordinaria: 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne
  • Pensione anticipata quota 100: 64 anni di età e 36 anni di contributi (se sarà introdotta)
  • Pensione anticipata lavoratori precoci: 12 mesi di contributi effettivi prima del compimento dei 19 anni di età, 41 anni e 5 mesi di contributi e l’appartenenza a una delle seguenti categorie di lavoratori: disoccupati, invalidi, caregiver, usuranti o gravosi
  • Pensione anticipata a 64 anni: si tratta della pensione anticipata contributiva che richiede 64 anni di età, 20 anni di contributi e un assegno pari a 2,8 volte l’assegno sociale Inps
  • Proroga ozione donna: si parla di una proroga dell’opzione donna nel 2019 e saranno necessari 57 anni e 7 mesi di età entro il 31 luglio 2016, e 35 anni di contributi al 31 dicembre 2015; dalla data di maturazione dell’ultimo requisito alla liquidazione della pensione è prevista l’attesa di un periodo, detto finestra, pari a 12 mesi mentre per le lavoratrici autonome, è necessario aver raggiunto 58 anni e 7 mesi di età entro il 31 luglio 2016, e 35 anni di contributi al 31 dicembre 2015; dalla data di maturazione dell’ultimo requisito alla liquidazione della pensione è prevista l’attesa di un periodo di finestra pari a 18 mesi
  • Ape volontario: 20 anni di contributi e 3 anni e 7 mesi di anticipo rispetto alla pensione di vecchiaia