Pensioni: Quota 99 con 64 anni e 35 di contributi più Bonus mamma

-
22/01/2020

Potrebbe essere confermato un nuovo progetto che andrebbe ad arricchire il quadro pensioni, parliamo di Quota 99 con l’aggiunta del bonus mamma, la novità introdotta da Francesca Puglisi.

Pensioni: Quota 99 con 64 anni e 35 di contributi più Bonus mamma

In pensione con Quota 99 con aggregato il Bonus mamma, per superare il vuoto di Quota 100. Il quadro pensionistico italiano si arricchisce di suggerimenti la nuova proposta pensionistica è stata presentata da Francesca Puglisi sottosegretaria al ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Molto probabilmente questa proposta sarà discussa il prossimo lunedì, durante il colloquio previsto con le parti sociali. Il piano pensionistico Quota 99 presentato con l’aggregazione di uno sconto contributivo riservato alle mamme lavoratrici, dovrebbe rappresentare il ponte definitivo che porti al superamento della Legge Fornero.

Pensioni: Quota 99 associato al bonus mamma, l’idea presentata dalla Puglisi

Secondo la sottosegretaria al ministero del Lavoro e delle Politiche sociali la nuova riforma pensionistica italiana potrebbe partire attraverso l’applicazione del suo progetto, il quale verte su Quota 99 unita al bonus mamma. Questa l’idea della Puglisi per superare la pensione anticipata Quota 100.

I requisiti per l’accesso al piano pensionistico con Quota 99 dovrebbero prevedere un’uscita dal lavoro a 64 anni e 35 anni contributivi, senza l’obbligo di penali. Le mamme dovrebbero avere un diritto aggiuntivo consistente in un anno contributivo in più calcolato su ogni figlio.

Qual è la differenza tra Quota 100 e Quota 99?

I lavoratori possono ritirarsi dal lavoro fruendo del piano pensionistico anticipato Quota 100 che prevede l’uscita lavorativa con 62 anni di età e 38 anni contributivi. Ma, se da un lato consente l’accesso alla pensione, dall’altro l’Inps eroga un assegno pensionistico con una penale che né riduce l’importo. Stesso discorso viene riservato per Opzione Donna, un piano pensionistico anticipato che consente l’uscita prima, ma con una privazione delle somme sull’assegno.


Leggi anche: Contact center INPS: numero verde dall’Italia e dall’estero

Secondo la Pugliesi Quota 99 si interpone tra le due misure perfettamente, consentendo per i lavoratori l’accesso a un piano pensionistico con 64 anni di età e 35 anni contributivi. Non solo, a Quota 99 andrebbe aggregato il bonus mamma che garantisce l’aggiunta di un anno contributivo in più calcolato su ogni figlio.

Bonus mamma: uno sconto contributivo per ogni figlio

Un piano pensionistico pensato per tutti, ma nello stesso tempo, garantisce un canale preferenziale per le mamme lavoratrici con il supporto di una sorta di sconto contributivo per ogni figlio. Inoltre, la proposta della Puglisi punta a garantire la pensione ai giovani con una formula che preveda almeno 750 euro mensili con 20 anni contributivi.

Nel complesso, si tratta di proposte che dovranno comunque essere vagliate dai Relatori con i “calcoli” opportuni per determinare le risorse necessarie all’impiego del progetto.