Per presentare dimissioni da novembre è necessario lo SPID

-
02/09/2020

Dal 15 novembre per presentare dimissioni volontarie online sarà necessario il possesso dello SPID non potendo essere più utilizzato il PIN INPS dispositivo.

Per presentare dimissioni da novembre è necessario lo SPID

Ormai lo SPID sta entrando nelle nostre vite in ogni campo e dal 15 novembre sarà necessario anche per presentare le proprie dimissioni online nel portale dedicato del Ministero del Lavoro. Dal 15 novembre, infatti, le credenziali di accesso per i servizio online del Ministero del Lavoro saranno inutilizzabili e l’unico modo di collegarsi allo stesso sarà tramite SPID, sistema pubblico di identità digitale.

Dimissioni solo con lo SPID

Attualmente per presentare dimissioni sul portale dedicato del Ministero del Lavoro è possibile utilizzare, oltre allo SPID, anche altri metodi, come ad esempio il PIN INPS dispositivo o le apposite credenziali assegnate dal portale ClicLavoro.

Con il PIN INPS adesso è possibile accedere alla procedura telematica per la presentazione delle dimissioni volontarie ma dal 15 novembre, sia le credenziali apposite che la possibilità di accedere tramite il PIN INPS dispositivo saranno eliminate e sarà possibile accedere solo tramite SPID (ricordiamo che a partire dal 1 ottobre l’INPS non distribuirà più il PIN INPS e per accedere ai servizi dell’istituto sarà necessario il possesso dello SPID; per chi già è in possesso di un PIN, invece, sarà consentito continuare ad utilizzarlo per tutta la fase di transizione, la cui durata, al momento, è ancora ignota).


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Nella circolare emanata qualche giorno fa dal Ministro Nunzia Catalfo, è stata resa nota la data ultima del 15 novembre per l’accelerazione della trasformazione digitale che permetterà di erogare i servizi telematici solo ai possessori di SPID.

La Catalfo, infatti, fa notare che la priorità attuale è velocizzare la trasformazione digitale per l’accesso ai servizi telematici della pubblica amministrazione, così come contenuto nel Decreto Semplificazioni. Dopo un confronto anche con l’INPS è stato stabilito che dal 15 marzo per accedere ai servizio digitali del Ministero del Lavoro sarà necessario essere in possesso dello SPID.

Il passaggio, in ogni caso, era previsto per lo scorso 15 marzo ma non è più avvenuto a causa dell’emergenza sanitaria per pandemia di Coronavirus; si è deciso di congelare il passaggio, infatti, per non creare ulteriori complicazioni ai cittadini già costretti al lockdown forzato.