Per vendere su Amazon ci vuole la partita IVA?

-
28/04/2020

Si può vendere merce tipo, abiti, scarpe e oggetti vari, nuovi o usati senza partita Iva sul sito Amazon? Il ricavo va dichiarato?

Per vendere su Amazon ci vuole la partita IVA?

Il negozio online fonda la sua forza sulla consegna della merce a domicilio. Amazon racchiude il senso di una vendita elettronica. L’azienda fornisce un servizio di acquisto, vendita e consegna ovunque con e senza partita IVA. In sintesi, Amazon fa in modo che venditore e compratore si incontrino attraverso la sua piattaforma, mentre l’azienda online acquisisce il ruolo d’intermediario. Capita di dover ripulire l’armadio, la cantina o il ripostiglio e, di scoprire di avere ammucchiato oggetti nuovi, oppure, usati al massimo una sola volta nella vita. In questo caso sapere di poter racimolare qualche “spiccio”, dalla roba da buttare, da un minimo soddisfazione.

Si possono vendere oggetti su Amazon senza partita IVA?

Partiamo da un concetto base, il soggetto che si approccia al sito Amazon per vendere della roba in forma occasione, usata o comunque nuova a un prezzo ridotto, rispetto al prezzo di acquisto originario non commette un illecito. In linea generale, si può procedere con la vendita di articoli vari online o attraverso vari canali senza avere l’onere di dichiararlo al Fisco, poiché tecnicamente non rappresenta un introito. Nel caso contrario, se la vendita produce un profitto, indipendentemente dalla partita Iva dovrà essere dichiarato all’Agenzia delle Entrate.

In ogni modo, la partita Iva non occorre, in quanto, la vendita della roba produce un ricavo inferiore rispetto al prezzo di acquisto originario. Dunque, si può procedere con la vendita di merce su Amazon in forma occasionale, senza avere la partita Iva. Il bonifico dovrà contenere la nota che riporta alla vendita del bene usato.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Come vendere merce su Amazon?

Nel caso in cui la vendita riguarda prodotti originali, come ad esempio, libri, lavori di bricolage, quadri e così via o roba usata in generale, per la vendita online occasionale non è necessario avere la partita Iva.

Amazon per facilitare l’accesso agli utenti che vogliono vendere la merce, ha predisposto un canale base che prevede la semplice iscrizione gratuita, attraverso il quale si crea il profilo per la vendita occasionale.

In sostanza, l’azienda ha diviso gli utenti senza partita Iva per la vendita occasionale, con l’accesso al piano base, mentre gli utenti chi intendono avviare un’attività regolare con vendite abituali con partita Iva (obbligatorio) vengono dirottati sul piano Pro.

Quanta merce rientrano nella vendita occasionale Amazon? Gli utenti senza partita Iva possono vendere non oltre 40 oggetti vari mensili. Le commissioni vanno versate dopo la vendita.