Permessi Legge 104: i permessi non goduti si cumulano?

Un lavoratore che assiste un familiare con handicap, in base alla legge 104/92, può usufruire di 3 giorni di permessi retribuiti mensilmente per assistere il familiare.

Ci sono giunti in redazione molte domande a riguardo dei permessi legge 104, una di questa molto frequente è : ”Se fosse possibile il cumulo come è previsto per i permessi ROL, inoltre se fosse possibile recuperarli in un secondo momento”.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza in questo articolo.

I permessi legge 104 risultano differenti dai permessi Rol, quest’ultimi sono dei permessi quantificati in busta paga ogni mese per questo sono differenti dai permessi legge 104, in quanto i permessi retribuiti legge 104 se non vengono usufruiti questi vengono persi. Invece i permessi Rol non usufruiti possono essere accumulati fino al 30 giugno. Successivamente il datore di lavoro li retribuisce in busta paga come stabilito dalla normativa.

In Senato l'esame del testo unico per il caregiver familiare

Permessi retribuiti legge 104: è possibile il cumulo?

Il cumulo dei permessi retribuiti legge 104 è possibile solo in alcune circostanze, ciò viene stabilito dall’articolo 6 del decreto legislativo numero 119/2011 che ha integrato l’articolo 33 della legge 104/92

L’articolo recita Testualmente: “Il dipendente ha diritto di prestare assistenza nei confronti di più persone in situazione di handicap grave, a condizione che si tratti del coniuge o di un parente o affine entro il primo grado o entro il secondo grado qualora i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto i 65 anni di età oppure siano anch’essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti.”

Quindi i permessi si possono cumulare solo nel caso in cui il lavoratore assiste più familiari con handicap grave. Ma i parenti da assistere devono rientrare nei seguenti requisiti:

  • è il coniuge;
  • sono parenti o affini di primo grado;
  • possono riguardare parenti affini di secondo grado se questi non hanno genitori o il genitore o il coniuge del familiare da assistere è a loro volta invalido oppure e ultrasessantacinquenne.

Non è mai ammessa la cumulabilità nel caso in cui il familiare da assistere è un parente o un affine di terzo grado, neanche nel caso in cui il coniuge o il genitore siano deceduti o mancanti o invalidi o ultrasessantacinquenni.

Inoltre, non è possibile, neanche, sommare i permessi nel caso in cui vi è la possibilità della presenza di altre persone che possono assistere il disabile o se il lavoratore può assistere contemporaneamente entrambi i familiari, quando le condizioni dei disabili lo consentono.

Permessi legge 104 e ROL non goduti, si possono recuperare?

Permessi Legge 104: i permessi non goduti si cumulano? ultima modifica: 2018-11-10T06:25:25+00:00 da Maria Di Palo

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.