Permessi legge 104, le attività consentite per non sforare nell’uso improprio

Grazie alla sentenza numero 23891/2018, la Cassazione ha fatto chiarezza per quanto riguarda i permessi legge 104, per l’assistenza alle persone disabili.

Con la legge numero 104/1992, i permessi richiesti dal lavoratore sono utilizzabili sia per quanto riguarda l’assistenza fisica sia per quanto riguarda le attività necessarie alla persona disabile.

Ecco cosa dice la legge per quanto riguarda l’assistenza al disabile

Quando si parla delle attività nell’ interesse del disabile, a cosa si fa riferimento in particolare? Ebbene, bisogna sapere che si tratta di tutte le attività quotidiane che il disabile non riesce a compiere in autonomia. Ad esempio fare la spesa per casa, andare al bancomat per prelevare i soldi, compiere vari commissioni in banca, ufficio postale, ecc.

I permessi per l’assistenza della persona disabile sono necessari, in quanto il lavoratore che fa richiesta per questi utili permessi, deve assistere assolutamente il parente affettto da disabilità (legge 104 art. 3 comma 3).

legge-104 permessi assistenza disabiliLa legge, giustamente riconosce questi tipi di permessi, al lavoratore che deve fare assistenza a qualche parente disabile. La legge parla chiaro: Le aziende, hanno il divieto assoluto di licenziare un dipendente che richiede questi tipi di permessi, cosi come viene autorizzato dalla Legge 104. Inoltre viene specificato che i permessi richiesti devono essere fruiti per l’assistenza al disabile e non per scopi personali.

Senza dubbio, ci sarà qualcuno che cercherà di fare il furbetto, ma bisogna sapere che commettere un simile errore, ha conseguenze molto gravi per il lavoratore che non usa i permessi per assistere la persona con disabilità ma per scopo personale.

Permessi legge 104, le attività consentite per non sforare nell’uso improprio ultima modifica: 2018-10-11T06:23:32+00:00 da Ionela Polinciuc

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in una bellissima città della Romania, da piccola sognavo di diventare giornalista e visitare tutto il mondo, sogno che con tanti sacrifici sono riuscita a realizzare. Ho visuto a Roma e Darfield, un piccolo e bellissimo paesino dell'Inghilterra. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni. E' strano, vivi le giornate, una alla volta, e quasi neanche te ne accorgi...le stesse persone, gli stessi percorsi...Troppo poco tempo per far caso che sono tutte uguali. Passi e vai oltre, poi tutto ad un tratto ti ritrovi a pensare. Fai due conti e ti chiedi come sia possibile...si perchè a volte accadono cose che non ti sai spiegare...cose che ti cadono addosso e non riesci a scostarti. È sorprendente come il numero delle notizie che accadono nel mondo ogni giorno siano bastanti a riempire esattamente il giornale( Jerry Seinfeld)