Permessi legge 104: per usufruirne serve giustificazione?

Gentile redazione,

fruisco della legge 104 per accudire mia madre malata da gennaio 2018, fino ad ora non ho mai avuto bisogno di chiedere i 3 giorni di permessi mensili ma da settembre, con la riapertura delle scuole, penso che la necessità si presenterà e volevo sapere se è obbligatorio portare una giustificazione al dirigente scolastico per la fruizione. In attesa di una vostra risposta vi ringrazio del servizio reso.

 

Non serve alcuna giustificazione per fruire dei permessi legati alla legge 104/92. Con la circolare numero 13 del 2010 la Funzione Pubblica precisa che è buona norma da parte del dipendente programmare i permessi mensili con anticipo, possibilmente per tutto il mese per consentire l’organizzazione dell’attività amministrativa. Ovviamente non sempre è possibile poichè nell’assistenza di un disabile può esistere anche l’urgenze e questo può far venire meno la programmazione dei permessi. Le esigenze di cura, in ogni caso, devono essere sempre al primo posto poichè lo scopo della legge 104 è proprio il benessere dell’assistito.

In ogni caso, per quanto riguarda la giustificazione o documentazione che giustifichi la fruizione dei permessi non deve essere presentata anche perchè non sempre l’assistenza che si presta può essere documentata e gustificata. E’ la stessa legge 104, che stabilisce che il lavoratore può fruire dei 3 giorni di permessi mensili a dare giustificazione e documentazione della fruizione degli stessi.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]

 

 

 

 

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.