Piano anti-evasione: rimborso spese per chi effettua pagamenti elettronici

-
26/09/2019

Il nuovo piano anti-evasione del Governo Conte punta all’aumento dei pagamenti elettronici. Chi userà bancomat e carta sarà premiato con un rimborso spese.

Piano anti-evasione: rimborso spese per chi effettua pagamenti elettronici

Il nuovo Governo cerca in ogni modo di lottare contro l’evasione fiscale. E a costo di riuscire nell’impresa è pronto anche ad abolire i pagamenti in contanti. A tale proposito, Giuseppe Conte ha anticipato l’arrivo di “un provvedimento complessivo, risolutivo, mai pensato in passato”.

Piano anti-evasione

Una delle priorità del Governo giallorosso è la lotta all’evasione fiscale. Secondo il premier Conte, l’uso di carte e bancomat per effettuare pagamenti potrebbe ridurre drasticamente il fenomeno della frode. A tale proposito, l’esecutivo ha annunciato l’avvento di una nuova misura, un piano anti-evasione, che favorirà i pagamenti elettronici a discapito dei classici pagamenti in contanti. La proposta potrebbe diventare operativa da gennaio 2020.

Nel 2018 in Italia il numero di pagamenti elettronici è cresciuto del 6,8% rispetto al 2017. Questo è quanto emerge dal quadro dell’Osservatorio di Assofin, Nomisma e Ipsos. L’anno scorso si è registrato un record di transizioni con carte di credito, con una cifra totale che ammonta a più di 80 miliardi di euro. Un ottimo risultato per il nostro Paese, che, però, rimane ancora al di sotto della media europea.

Pagamenti elettronici

Come precedentemente detto, il piano anti-evasione punta a contrastare l’evasione tramite una serie di incentivi a favore dei pagamenti elettronici. Questo tipo di pagamento è chiaramente più rintracciabile rispetto al classico pagamento in contanti. Per il momento, il piano prevede una detrazione fiscale significativa per chi supererà una soglia annuale di spesa (si ipotizza 2mila euro) con carta o con bancomat. Agli italiani che effettueranno pagamenti elettronici verrà restituito di diritto il 10% delle spese effettuate, mentre agli esercenti potrebbe spettare una riduzione sulle commissioni di bancomat e carte.


Leggi anche: Bonus affitto 2021: disponibile anche per chi paga il canone 2020 in ritardo

Lotteria agli scontrini

Un altro metodo per contrastare l’evasione potrebbe essere la lotteria agli scontrini. Ad ogni scontrino sarà associato un codice con il quale sarà possibile partecipare ad un’estrazione nazionale con un premio in palio.

Ti potrebbe interessare anche: Stangata bollette: da ottobre attenzione agli aumenti su luce e gas