Prepensionamento con e senza rendita: vediamo le possibilità di pensione anticipata

-
27/03/2020

Prepensionamento: quando è possibile con la rendita integrativa e quando, invece, è necessario attendere la pensione anticipata ordinaria.

Prepensionamento con e senza rendita: vediamo le possibilità di pensione anticipata

Il problema del pensionamento affligge maggiormente chi è vicino all’età pensionabile ma anche chi è stanco di lavorare a causa di mestieri faticosi (e magari non riconosciuti tra quelli usuranti). Il fatto, però, è che in Italia non è possibile accedere al pensionamento quando si vuole ma si devono rispettare determinati paletti imposti dalle diverse misure, per poter accedere ad un prepensionamento. Fermo restando, sempre, che per la pensione di vecchiaia sono necessari almeno 20 anni di contributi maturati.

Pensione anticipata con e senza rendita

Un nostro lettore ci scrive:

Buonasera 

sono sono invalido civile  al 60%, lavoro come impiegato nel settore metalmeccanico a tempo indeterminato da sempre , ho 54 anni e 32 anni di contributi versati .

 Ho il fondo Cometa da piu’ di tre anni , posso sperare in una pensione anticipata ed a quale raggiungimento di eta’ ?

grazie in anticipo per la risposta e cordiali saluti

Nel suo caso, che è ancora giovanissimo, possibilità di pensionamento nell’immediato non ce ne sono. La sua percentuale di invalidità, infatti, non le permette l’accesso alla pensione di vecchiaia anticipata per gli uomini (che in ogni caso richiedeva almeno 61 anni) e i suoi contributi, attualmente, non le permettono l’accesso a nessuna misura anticipata. In ogni caso, ha possibilità di accedere al pensionamento prima del compimento dei 67 anni e le illustrerò con quali modalità potrà farlo e quando.


Leggi anche: Pensione con 57 anni di età: quali possibilità per i disoccupati?

Partiamo dalla pensione anticipata ordinaria, che richiede, per gli uomini,  almeno 42 anni e 10 mesi di contributi: in questo caso potrebbe accedere al prepensionamento al compimento dei 65 anni.

Se intende optare per il pensionamento con la RITA, invece, visto che il Fondo Cometa lo permette, sono necessari almeno 62 anni di età per poter richiedere il prepensionamento con la rendita a chi ancora lavora (per chi, invece, è disoccupato da almeno 24 mesi l’accesso è consentito al compimento dei 57 anni). E’ necessario aver versato nel fondo almeno 5 anni di contributi, e al compimento dei 62 anni lei potrà vantarne 11 di anni di contributi versati nella pensione complementare.  Questa potrebbe essere un’ipotesi ma le anticipo subito che l’importo della rendita si basa sul capitale accantonato (tanto più è alto tanto più la rendita mensile sarà elevata considerando che, in ogni caso, il capitale andrà diviso per i mesi di percezione di rendita).

Potrebbe essere varata, inoltre, con la nuova riforma delle pensione che si dovrebbe realizzare prima della scadenza della quota 100, anche un’altra misura che permette il pensionamento anticipato. Avendo davanti a lei ancora diversi anni di lavoro, quindi, potrà valutare nel prossimo futuro se la nuova misura risponde alle sue esigenze senza intaccare il tesoretto de Fondo Cometa.