Prepensionamento con età compresa tra 53 e 57 anni: le possibilità di uscita

-
03/10/2019

Pensione anticipata, quota 41 per lavoratori precoci, pensione di vecchiaia anticipata per invalidi: le misure utilizzabili nei casi esposti dai nostri lettori.

Prepensionamento con età compresa tra 53 e 57 anni: le possibilità di uscita

Pensione anticipata, quota 41 per lavoratori precoci, pensione di vecchiaia anticipata per invalidi: vediamo quali sono le possibilità di uscita per i nostri lettori che ci chiedono un parere sulla data presunta del pensionamento valutando per ognuno possibilità, misura e anni da attendere.

Prepensionamento per giovani

Alcuni nostri lettori ci hanno chiesto tramite Whatsapp:

  1. Salve ho 57 anni e 36 di contributi ho qualche possibilità per la pensione. Premetto non sto lavorando sto accudendo i genitori papa 91 anni e mamma 85 con inizio di Alzheimer. Ho una pensione di invalidita in corso. Grazie
  2. Buongiorno  vorrei un informazione  sono invalida al 80% percepisco  la pensione di invalidità ora vorrei sapere se posso fare domanda  di pensione di vecchiaia nn sono più assunta del 2011 e o circa 20 anni di contributi  agricoli e faccio 55 anni a ottobre
  3. Salve. Ho 55 anni da compiere a dicembre con 40 anni di contributi versati a fine anno. in condizioni fisiche precarie..rottura di entrambi i crociati delle ginocchia ed entrambi i menischi lesionati più problema alla spalla sinistra e braccio..tendini sfilacciati problemi alla schiena ecc. La mia domanda è nelle mie condizioni di salute quando andrò in pensione?o sempre fatto agricoltore allevatore.
  4. Salve vorrei sapere con 36 anni di versamenti e 53 anni di età tra quanto tempo potrei andare in pensione ??? Grazie

Procediamo alla risposta per i nostri lettori:

1)Per chi assiste familiari con disabilità le agevolazioni pensionistiche sono rappresentate dalla quota 41 precoci e dall’Ape sociale. Non potendo rientrare in nessuna delle due misure per mancanza, in un caso del requisito anagrafico e nell’altro di quello contributivo, le alternative di pensionamento che le restano sono: lavorare per altri 6 anni e 10 mesi per accedere alla pensione anticipata tradizionale o attendere il compimento dei 67 anni per accedere alla pensione di vecchiaia.

2) Al compimento dei 56 anni può accedere alla pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori con invalidità pari o superiore all’80%. Deve, però, sottoporsi a visita presso commissione medica ASL per la certificazione dell’invalidità pensionabile (diversa dall’invalidità civile). per la decorrenza della pensione, dal raggiungimento dei requisiti, deve però attendere 12 mesi. Per approfondire può leggere: Pensione di vecchiaia anticipata per invalidi: a chi spetta? Requisiti e domanda.

3)Purtroppo se non ha un’invalidità riconosciuta, pur essendo un lavoratore precoce non può accedere al pensionamento anticipato riservato ai precoci, la quota 41. L’alternativa è quella di maturare i 42 anni e 10 mesi di contributi per accedere alla pensione anticipata ordinaria tra meno di 2 anni.

4)Essendo un lavoratore precoce se rientra in uno dei profili tutelati (disoccupato, caregiver, invalido, usurante e gravoso) potrebbe accedere al pensionamento con la quota 41. Se, invece, non rientrando tra i profili sopra citati, non può accedere al beneficio, l’alternativa di pensionamento è alla maturazione dei 42 anni e 10 mesi è con la pensione anticipata ordinaria.