Prestiti per pensionati: prestito personale o cessione del quinto, ecco come richiederli

-
18/12/2019

Prestiti per pensionati: prestito personale o cessione del quinto, ecco i requisiti e la procedura per richiedere un finanziamento

Prestiti per pensionati: prestito personale o cessione del quinto, ecco come richiederli

Molto spesso i pensionati hanno bisogno di liquidità per svariati motivi, da quelli più futili, per fare un regalo di nozze a un nipote a quelli più importanti, per affrontare le spese per curare la propria salute.  In questo articolo analizziamo quali sono i tipi di prestiti a cui il pensionato può accedere.

Per i pensionati: prestito personale e cessione del quinto

I pensionati che necessitano di liquidità possono rivolgersi a un istituto bancario o a una finanziaria e possono scegliere tra due tipi di prestiti: prestito personale e cessione del quinto.

Per richiedere un prestito personale il pensionato non deve avere in corso nessun altro tipo di finanziamento, non deve essere segnalato nella banca dati CRIF come cattivo pagatore o essere pignorato. Il pensionato può richiedere un importo che va da 1.000 a 30.000 euro se ha un’età solitamente inferiore ai 75 anni ma ci sono alcune banche che concedono prestiti a pensionati con età superiore. La banca per concedere il finanziamento richiede obbligatoriamente la stipula di una polizza sulla vita per salvaguardarsi da un’eventuale morte improvvisa del pensionato.

La cessione del quinto può essere richiesta da chiunque percepisca una pensione anche se sono stati indicati come cattivi pagatori o sono pignorati. È possibile far richiesta del prestito anche da chi ha superato i 75 anni di età, stipulando una polizza vita. La cessione del quinto per i pensionati è concessa con più facilità dagli istituti bancari e dalle finanziarie. Comunque la rata del prestito non può essere mai superiore a un quinto dell’importo mensile della pensione, il massimo importo finanziabile è calcolabile in base alla pensione che si riscuote. La durata del prestito non deve superare i 10 anni.

Prestito agevolato Inps con legge 104: quali pensionati possono accedere

Prestiti per pensionati: i requisiti

I pensionati possono richiedere un finanziamento solo in presenza di determinati requisiti richiesti dalle banche:


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

  • l’eta deve essere al di sotto dei 75 anni ;
  • Non percepire pensioni assistenziali che non permettono l’accesso al finanziamento;
  • Non essere protestato o indicato  come cattivo pagatore per richiedere un prestito personale;
  • Non avere in corso prestiti che superano i 2/5 o più del 40% dell’importo della pensione;
  • Avere la residenza in Italia;
  • Percepire una pensione d’importo maggiore dei  500 euro;
  • Essere propenso alla stipulazione di un’assicurazione sulla vita;

Come richiedere il prestito per pensionati

Il pensionato può richiedere il prestito presso l’istituto in cui è correntista o può rivolgersi ad altri istituti bancari, postali o finanziarie che gli offrono un finanziamento più vantaggioso in termini di costi e tasso. Presso qualsiasi istituto il pensionato abbia deciso di rivolgersi, i documenti da presentare in linea generale, sono i seguenti:

  • i due ultimi cedolini della pensione;
  • numero di conto corrente bancario o postale;
  • certificazione unica del reddito;
  •  documento d’Identità valido;
  • C.F.

Una volta consegnati tutti i documenti, si procede con l’istruttoria del prestito, si determina l’importo, la rata, il tasso e la durata dello stesso. Conclusa tale procedura il prestito verrà erogato al massimo dopo una settimana.

Prestiti per pensionati, è possibile richiedere la Cessione del quinto sulla pensione?