Proroga Naspi e Dis Coll: d’ufficio o a domanda? I chiarimenti dell’INPS

-
24/06/2020

L’INPS con una circolare chiarisce che la proroga della Naspi e della Dis Coll sarà d’ufficio e non è necessario presentare nuova domanda.

Proroga Naspi e Dis Coll: d’ufficio o a domanda? I chiarimenti dell’INPS

Con la circolare numero 76 del 23 giugno 2020 l’INPS fornisce importanti chiarimenti sulla proroga di Naspi e Dis Coll prevista dal Decreto Rilancio. La proroga, lo ricordiamo, riguarda coloro che hanno visto il proprio ammortizzatore sociale scadere tra il 1 marzo ed il 30 aprile 2020.

Proroga Naspi e Dis Coll

A prevedere la proroga delle indennità di disoccupazione in scadenza  tra il 1 marzo e il 30 aprile 2020 è l’articolo numero 92 del Decreto Rilancio (DL 34/2020). L’INPS, con la circolare di ieri comunica di aver recepito la novella introdotta dal decreto e provvederà d’ufficio ad estendere la durata delle prestazioni che rientrano nei requisiti.

L’estensione della durata, in ogni caso, sarà concessa solo ai titolari di indennità di disoccupazione che non risultano beneficiari di nessuno dei sussidi COVID-19 previsti dal Decreto Cura Italia e del Decreto Rilancio.

La proroga della Naspi e della Dis Coll, in ogni caso, decorre dal giorno della scadenza della prestazione e sarà riconosciuta d’ufficio dall’INPS senza bisogno, da parte del beneficiario, di dover presentare domanda alcuna.

La condizione essenziale per beneficiare della proroga dell’indennità di disoccupazione, in ogni caso, è che la stessa sia scaduta nel periodo predetto e che il beneficiario non abbia ottenuto il bonus previsto dal Decreto 18/2020 e dal decreto 34/2020 destinato a professionisti, stagionali, collaboratori, agricoli, lavoratori domestici, dello spettacolo e dello sport.

Leggi anche: Proroga Naspi con prolungamento di 2 mesi nel decreto Rilancio: a chi spetta?Proroga Naspi di 2 mesi: tutti i chiarimenti e le info

Proroga e sospensione della stessa

L’INPS precisa che anche per i 2 mesi di prolungamento dell’ammortizzatore sociale saranno applicate tutte le norme per la sospensione dello stesso in caso di nuovo lavoro del beneficiario inferiore a 6 mesi per la Naspi e inferiore a 5 giorni per la Dis Coll. Si applica anche l’istituto della decadenza della prestazione in caso non si rispettino i requisiti lavoratori previsti.

Uno strano passaggio della circolare in questione, poi, sottolinea che nel caso il beneficiario raggiunga i requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia o a quella anticipata ordinaria nei due mesi di prolungamento della Naspi o della Dis Coll,  la proroga non sarà applicata.

Proroga disoccupazione e importo

Come era già stato chiarito in precedenza, in ogni caso, per ciascuno dei due mesi aggiuntivi l’importo riconosciuto non sarà decurtato di un ulteriore 3% al mese ma verrà erogato lo stesso importo percepito per l’ultima mensilità della prestazione in scadenza.