Quale pensione con 28 anni di contributi?

-
01/11/2019

Quale forma di pensione permette la quiescenza con 28 anni di contributi? Vediamo il caso del nostro lettore.

Quale pensione con 28 anni di contributi?

L’ambito previdenziale, con tutte le sue sfaccettature, risulta essere sempre abbastanza ostico per i nostri lettori che ci chiedono un aiuto per comprendere con quale misura potranno accedere alla pensione in base ad età e contributi. Vediamo il caso del nostro lettore che ci scrive:  Salve dott.ssa Del Pidio, mi rivolgo a lei per chiederle, rispetto alla mia condizione, cosa io possa fare se non cambieranno le attuali leggi. Ho 61 anni e circa 28 anni di contributi versati. Quale tipologia pensionistica potrei richiedere se non al momento ma tra qualche anno? Grazie per la sua disponibilità

Quale misura per le pensione?

Con le misure attualmente in vigore, purtroppo, non può accedere a nessuna tipologia di pensionamento anticipato a meno che nei prossimi anni non venga varata qualche altra forma di prepensionamento che le apra le porte alla quiescenza.

Una delle poche forme di pensionamento anticipato che richiede meno di 3o anni di contributi, attualmente, è la pensione anticipata contributiva che con 64 anni di età ed almeno 20 anni di contributi permette il pensionamento ma soltanto a chi ha iniziato a versare i suoi contributi dopo il 31 dicembre 1995, e purtroppo, facendo un rapido conteggio, non è il suo caso.

Se fosse prorogata l’Ape sociale per qualche altro anno, dopo il 2020, potrebbe rientrarvi al compimento dei 63 anni e dei 30 anni di contributi versati se appartenesse ad una delle categorie tutelate (invalidi, disoccupati, caregiver, usuranti e gravosi).


Leggi anche: Imu seconda rata: scadenza del 16/12, esenzioni e riduzioni

In alternativa l’unica possibilità di pensionamento che le resta è, al compimento dei 67 anni (più eventuale aumento dell’età pensionabile per adeguamento alla speranza di vita Istat), la pensione di vecchiaia.