Quota 100 62 anni o pensione anticipata: le due vie

Buonasera,

La mia situazione è la seguente:
59 anni, 60 nel 2019
34 anni contributi più 4 anni figurativi (mobilitá)
Cosa mi conviene fare?
 
 
Le possibilità che ha in tempi brevi (relativamente) sono 2: la quota 100 o la pensione anticipata. Cerchiamo di capire le tempistiche di accesso per l’una e l’altra misura.
Per la quota 100, che al momento è solo un’ipotesi del governo e non è stata ancora attuata, si parla di accesso a 62 anni di età con 38 anni di contributi. Il governo ha ipotizzato di non prevedere penalizzazioni per la misura anche se in alcune ipotesi di quota 100 si era parlato di un limite massimo di contributi figurativi utilizzabili pari a 2 anni.
In ogni caso le mancano ancora 2 anni per raggiungere l’età anagrafica, in cui potrebbe maturare altri 2 anni di contributi per raggiungere i 38 anni se non venissero considerati tutti e 4 gli anni di figurativi in suo possesso.
 
Per quel che riguarda, invece, la pensione anticipata nel 2019 sarebbero necessari 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne. Il governo, però, sta ventilando la possibilità di bloccare l’aumento dell’età pensionabile previsto per il 1 gennaio 2019 sulla pensione anticipata lasciando i requisiti di accesso a 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne. In questo caso per accedere alla misura, che permette l’utilizzo di un massimo di 5 anni di contributi figurativi, le mancherebbero 3 anni e 10 mesi.
 
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
 
Quota 100 62 anni o pensione anticipata: le due vie ultima modifica: 2018-10-02T12:05:18+00:00 da Redazione NotizieOra

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.