Quota 100 e reddito di cittadinanza: non rientrano nelle modifiche del nuovo governo

-
30/08/2019

La quota 100 non dovrebbe essere minacciata dal nuovo governo. Vediamo perchè?

Quota 100 e reddito di cittadinanza: non rientrano nelle modifiche del nuovo governo

Fino ad ora il PD non avrebbe chiesto modifiche che portino ad un’abolizione della quota 100 e del reddito di cittadinanza anche se si prevedono interventi sul fronte del salario minimo, della web tax e del taglio del cuneo fiscale. La prima bozza del programma di governo giallo-rosso tra Pd e M5S, quindi, porterebbe buone nuove positive. Si chiedono più investimenti pubblici green, il progetto dell’acqua pubblica, lo stop dell’aumento dell’Iva e taglio del cuneo fiscale, la via libera al salario minimo e alla web tax, il taglio dei parlamentari da effettuare con una nuova legge elettorale.
Ma non si parla di un’abolizione della quota 100 e del reddito di cittadinanza e questo, al momento fa ben sperare per chi dovrebbe uscire anche in prossimo anno dal mondo del lavoro con la nuova misura previdenziale.
E’ pur vero che al momento sono punti di programma molto generici che saranno oggetto di trattativa nelle prossime settimane, ma che in ogni caso, danno un’indicazione della strada che il nuovo esecutivo vorrebbe percorrere.