Quota 100: le piccole e medie imprese invase dalle domande di TFR

-
22/02/2019

Con la Quota 100 di è avuto un reale boom di domande per il prepensionamento, di conseguenza le piccole e medie imprese dovranno liquidare un ingente somma di denaro per liquidare i TFR dei propri dipendenti. Ecco le stime effettuate

Quota 100: le piccole e medie imprese invase dalle domande di TFR

Con l’introduzione della Quota 100, come già era previsto, si è verificato un’escalation di presentazione di domande, che porteranno nel 2019 a far pagare ben 1 miliardo di TFR alle piccole e medie imprese.

Quota 100: piccole e medie imprese tanti TFR

Le piccole e medie imprese dovranno corrispondere quindi 1 milione di euro per poter affrontare le domande di prepensionamento con la Quota 100. La stima calcola una platea di ben 64mila lavoratori pronti a lasciare il lavoro per accedere alla Quota 100.

Tale stima è stata dedotta dalla Relazione tecnica che accompagna il decreto sulla quota 100, cioè il DL 4/2019.  Tale relazione deduce una quantità di 102mila dipendenti del settore privato di cui almeno 36mila dipendenti in aziende con più di 50 impiegati, con relativa liquidazione a valere sul Fondo di Tesoreria INPS.

I restanti 64mila TFR da erogare sono a favore di dipendenti di aziende con meno di 50 dipendenti di cui un 15% dei lavoratori ha destinato il TFR a un fondo di previdenza complementare. Quindi restano circa 55mila liquidazioni, per un valore stimato di circa 18mila euro per un totale di un miliardo.

La stima che è stata effettuata sembra proprio che rispecchi la realtà visto il numero di domande già presentate. Infatti sono già giunte più di 50 mila domande in meno di 30 giorni, 20 mila sono dipendenti del settore privato.

Quota 100: quante domande per la pensione anticipata

Facendo riferimento ai calcoli della relazione tecnica sull’ipotesi della platea che andrà ad usufruire della Quota 100, possiamo dedurre che un 60% o un 65% sono dipendenti di piccole imprese. Quindi considerando il numero di domande già pervenute possiamo dedurre che sono già circa 13 mila dipendenti privati ad aver presentato domanda all’Inps per la pensione Quota 100 in meno di un mese. Sicuramente la presentazione delle domande andrà a scemare col tempo ma già si conferma un elevato tasso di adesione.

Un’altra analisi che possiamo fare, è vedere nel dettaglio dove sono state presentate più domande.

Ad oggi la città che ha accolto più domande per la pensione Quota 100 è Roma con 4mila richieste, segue Napoli con 2mila 500 e dopo Milano con 2mila domande. Il settore lavorativo che ha presentato più domande è quello privato con 20mila dipendenti, poi seguono i dipendenti pubblici con 18mila, mentre i commercianti, come gli artigiani, che hanno presentato domanda sono circa 4mila

Quota 100: sconto di tre anni per le madri con figli disabili. Ecco le novità