Quota 100 non è legge: si rischiano i nuovi esodati post Fornero?

-
18/02/2019

Cosa accadrebbe se il DL4/2019 non fosse trasformato in legge? Perche la conversione ancora non c’è stata nonostante le moltissime dimissioni già presentate dai lavoratori.

Quota 100 non è legge: si rischiano i nuovi esodati post Fornero?

Il DL 4/2019 pubblicato in Gazzetta Ufficiale a fine gennaio 2019 non è ancora legge. Non è, infatti, ancora possibile presentare domanda di pensionamento per opzione donna, quota 100, per il reddito di cittadinanza, per richiedere il riscatto laurea agevolato. 

Nel corso della trasformazione del decreto in legge, però, potrebbe accadere di tutto, potrebbero cambiare i requisiti di accesso, potrebbero essere attuati cambiamenti radicali alle misure ecc…

Potrebbe esserci, estremizzando le cose, una crisi di governo e non essere mai trasformato in legge. 

Cosa accadrebbe a questo punto, guardando solo alla quota 100?

Pensiamo solo alle migliaia di insegnanti che hanno presentato domanda di cessazione dal servizio entro il 28 febbraio perchè entro la fine del 2019 raggiungeranno i requisiti per poter accedere alla pensione con la suddetta misura.

Pensiamo a quanti, in possesso dei requisiti già al 31 dicembre 2018 e con la promessa di accedere alla pensione dal 1 aprile 2019 se lavoratori del settore privato o dal 1 agosto 2019 se lavoratori del pubblico impiego, hanno presentato preavviso di dimissioni.

Cosa accadrebbe se la quota 100 non divenisse legge? Quanti sarebbe i nuovi esodati post legge Fornero?