Reddito di cittadinanza: con casa di proprietà si può fare domanda?

-
03/10/2019

Reddito di cittadinanza, chiarimenti sul reddito limite e il valore patrimoniale mobiliare e immobiliare per poter accedere alla domanda.

Reddito di cittadinanza: con casa di proprietà si può fare domanda?

Ancora tanti i dubbi e le criticità del Reddito di cittadinanza, molti i cittadini che non rientrano nella misura e si chiedono il perché. Un lettore ci chiede spiegazioni in riferimento ai redditi di riferimento, ci scrive: Salve dottoressa Angelina Tortora, nella mail del 7 settembre lei mi fa sapere che per avere il Reddito di cittadinanza non bisogna possedere più di 30mila euro in fondi comuni o altri titoli, le chiedo: chi invece possiede una casa di proprietà del valore di gran lunga superiore ai 30mila euro può godere di questo contributo?Perché? In attesa di riscontro porgo cordiali saluti. 

Reddito di cittadinanza: redditi di riferimento

Abbiamo redatto una guida completa sul reddito di cittadinanza, è possibile consultarla qui: Reddito di cittadinanza 2019: requisiti ISEE e novità 2020

Nell’articolo abbiamo specificato i limiti di reddito, tra questi:

  • avere un ISEE in corso di validità inferiore a euro 9.360;
  • possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a euro 30.000.                                                    

Nel caso specifico la casa di proprietà se destinata a prima casa dove vive il nucleo familiare, questa non viene considerata. Mi sembra un discorso logico in quanto sarebbe anche assurdo inserire la prima casa nel reddito limite. Il Reddito di Cittadinanza si base sul valore ISEE che dovrà essere inferiore a 9.360,00. Se parliamo di seconda casa, allora è giusto che venga inserita nel limite di reddito, perché corrisponde ad un bene con un valore patrimoniale come i fondi. Per approfondimenti: Reddito di cittadinanza: differenza fra valore mobiliare e immobiliare

Ricordiamo che il reddito di cittadinanza non è per tutti; è una misura per combattere la povertà, e garantisce al cittadino una vita dignitosa, offrendo una ricerca attiva del lavoro, accesso alle cure e all’istruzione ai figli. È destinata alle famiglie che si trovano in difficoltà economiche.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: FacebookTwitterGnewsInstragram e WhatsApp al numero +39 3515397062