Reddito di cittadinanza: cosa succede se cambio auto?

-
29/11/2019

Cosa accade al reddito di cittadinanza se si decide di acquistare un’auto o se si cambia quella posseduta? Vediamo cosa prevede la normativa di riferimento.

Reddito di cittadinanza: cosa succede se cambio auto?

La percezione del reddito di cittadinanza è vincolata al patrimonio immobiliare diverso dalla prima casa, dal patrimonio finanziario ma anche dal possesso di auto. Il beneficio, infatti, non viene riconosciuto a chi è in possesso di veicoli immatricolati nei sei mesi precedenti la richiesta di sussidio. Ma il divieto è anche posto sulla tipologia del veicolo posseduto. Facciamo chiarezza.

Reddito di cittadinanza e cambio auto

Due nostri lettori ci scrivono:

  1. Buonasera. Percepisco reddito di cittadinanza e  posseggo una punto fi 20 anni vorrei demolirla poiche mi regalano un altra auto di 14 anni ( le cilindrate di entrambe le auto rientrano nella categoria di quelle permesse) mi domando se faccio questo movimento rischio che mi venga tolto il reddito?
  2. Salve volevo sapere se acquisto un auto di cilindrata 1.4 con 70 cavalli usata del 2008 mi viene tolto il reddito di cittadinanza?

La normativa del reddito di cittadinanza pone un vincolo sulle nuove immatricolazioni: on si può possedere, se si vuol ricevere il sussidio, un veicolo che sia stato immatricolato nei 6 mesi precedenti. Questo pone un limite anche all’acquisto di auto nuove, in questo caso, infatti il sussidio potrebbe essere sospeso. 

Inoltre, è vietato per chi percepisce il reddito di cittadinanza possedere auto con cilindrata superiore a 1600 cc. 

Per rispondere ai nostri lettori, quindi: 

1) Se cambia un’auto, tra l’altro regalata, e non supera la cilindrata concessa dalla normativa non dovrebbe avere problemi.

2) La macchina di cui parla ha una cilindrata maggiore a quella prevista per i beneficiari del reddito (limite consentito 1600 cc). Ci penserei bene, quindi, prima di acquistarla.