Reddito di cittadinanza e intestazione auto regalata: è possibile?

-
10/06/2020

Reddito di cittadinanza e intestazione auto: quali sono i limiti da rispettare per non incorrere nella sospensione del sussidio?

Reddito di cittadinanza e intestazione auto regalata: è possibile?

Il Reddito di cittadinanza è una misura di integrazione al reddito per i nuclei familiari che si trovano in situazione di disagio economico. L’integrazione al reddito spetta quando il nucleo familiare è in possesso dei requisiti richiesti dalla normativa ma, attenzione, anche se i requisiti vengono a mancare durante la fruizione del sussidio questo può essere sospeso o interrotto.

Reddito di cittadinanza e auto

Proprio per il timore di vedersi sospendere il sussidio sono molti i lettori che ci scrivono per chiedere quello che possono o non possono fare durante la fruizione del reddito di cittadinanza, come nel caso seguente in cui viene domandato:

Salve sono beneficiario del reddito di cittadinanza e vorrei sapere se posso intestarmi una auto Mercedes classe c 220 2200 di cilindrata 125kv 170 cv regalatami da un parente.grazie cordiali saluti

Il reddito di cittadinanza, tra le diverse limitazioni, ne prevede una anche per quel che riguarda il possesso di autovetture e motoveicoli. La limitazione impone che nessun componente del nucleo familiare debba possedere auto immatricolate nei 6 mesi precedenti la presentazione della domanda del sussidio o auto di cilindrata superiore ai 1600 cc immatricolate per la prima volta nei 2 anni precedenti la presentazione della domanda di RDC.

Nel suo caso specifico, quindi, anche se il veicolo che le hanno regalato supera la cilindrata minima ammessa al possesso, se quest’ultimo è stato immatricolato più di 2 anni prima rispetto alla data in cui ha presentato domanda di Reddito di Cittadinanza, può essere intestata tranquillamente a qualsiasi componente del nucleo familiare.

La limitazione della normativa, infatti, riguarda soltanto gli autoveicoli considerati “nuovi”, ovvero immatricolati nel due anni che hanno preceduto la domanda del beneficio probabilmente perchè rappresentano un “reddito” del nucleo familiare (essendo considerate anche auto di lusso) cui poter attingere per la sussistenza.

Nel suo caso, quindi, non vedo ostacoli all’intestazione dell’auto Mercedes che le hanno regalato (a meno che quest’ultima non sia stata immatricolata, per la prima volta, due anni prima della presentazione della domanda di reddito di cittadinanza. Si accerti di questo e può procedere tranquillamente). 


Leggi anche: Bonus 200 euro professionisti e partite Iva: via al click day