Reddito di cittadinanza e pagamento luglio: le date e tutte le novità

-
14/07/2020

Pagamento reddito di cittadinanza di luglio, vediamo le date. News su cambi di residenza e della composizione del nucleo familiare.

Reddito di cittadinanza e pagamento luglio: le date e tutte le novità

Come ogni mese, anche a luglio, inizia l’attesa per la ricarica del pagamento del reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza. Anche a luglio i pagamenti avverranno in due tranche, una per chi ha presentato domanda da almeno 2 mesi e uno per chi l’ha presentata da poco. Vediamo le date.

Pagamento reddito cittadinanza luglio

Per il pagamento del reddito di cittadinanza, chi deve percepire una ricarica successiva alla prima dovrà attendere, come ogni mese, il giorno 27 per avere l’importo accreditato sulla card.

Per chi invece, aspetta la prima ricarica, è bene ricordare che per chi ha inoltrato domanda a giugno il pagamento dovrebbe arrivare contestualmente alla carte dopo il 15 del mese.

Per chi, invece, ha inoltrato la domanda a luglio il primo pagamento non arriverà, insieme alla carta di reddito di cittadinanza, prima del 15 agosto.

Invitiamo alla lettura del’articolo: Reddito di cittadinanza entra nel PNR: in vista cambiamenti per il sussidio

Reddito di cittadinanza e cambi residenza

Per chi, percettore di reddito di cittadinanza, ha cambiato o sta cambiando la propria residenza vediamo come comportarsi per non rischiare di perdere il beneficio.

Se si cambia residenza, senza che questo comporti una modifica del numero dei componenti del nucleo familiare e del reddito percepito, basterà presentare la comunicazione della nuova residenza ma solo se i componenti del nucleo familiare rimangono gli stessi.

La comunicazione è necessaria per il riferimento al Centro per l’impiego visto che ogni zona fa capo ad un diverso Centro per l’impiego che, ricordiamo, deve occuparsi della ricollocazione del beneficiario del reddito di cittadinanza e del suo nucleo familiare.

Se invece il cambio di residenza riguarda un componente del nucleo familiare che si aggiunge o che lascia la famiglia, sarà innanzitutto necessario presentare comunicazione della variazione. Poi bisognerà produrre nuovo Isee che attesti la nuova composizione del nucleo familiare e la nuova composizione del reddito e, quindi, presentare nuova domanda per il reddito di cittadinanza che baserà il suo importo sulla nuova situazione del nucleo familiare.

Si ricorda, infine,  che non deve essere prodotta nuova domanda di reddito di cittadinanza solo nel caso che il cambiamento dei componenti dei nucleo familiare dipenda da nuove nascite o decessi (anche se è necessario darne comunicazione).

Per approfondire ricordiamo che per chi non spende tutto l’importo del reddito di cittadinanza scattano decurtazioni del 20%, scopri di più nell’articolo: Reddito di cittadinanza, arriva decurtazione del 20%: pubblicato decreto