Reddito di cittadinanza: pagamento di gennaio, ecco quando avviene

-
24/01/2020

Da che giorno si dovrà attendere il pagamento del reddito di cittadinanza per il mese di gennaio? Vediamo le date.

Reddito di cittadinanza: pagamento di gennaio, ecco quando avviene

Tutti i beneficiari del reddito di cittadinanza, dopo il pagamento anticipato del mese di dicembre 2019, attendono, ora, la ricarica relativa al mese di gennaio, l’ultima prima dell’eventuale sospensione per chi non presenterà l’Isee aggiornato entro il 31 gennaio 2020. Ma quando arriverà la ricarica?

Pagamento reddito cittadinanza mese di gennaio

L’Inps ha fatto sapere che non esiste un giorno stabilito per la ricarica e che come ogni mese potrebbe giungere tra il 24 e il 27 poichè dopo aver passato le disposizioni di pagamento l’effettivo ordine di ricarica spetta a Poste Italiane. In ogni caso per chi ha presentato domanda prima di dicembre 2019 e non aspetta, quindi, la prima ricarica, il pagamento dovrebbe arrivare entro il 27 gennaio.

Discorso diverso, invece per chi ha presentato domanda per ricedere il reddito di cittadinanza a dicembre 2019. In questo caso la prima ricarica arriverà contestualmente alla  carta, a partire dal 15 gennaio 2020.

Per chi, invece, ha inoltrato la domanda di reddito di cittadinanza soltanto a gennaio 2020, purtroppo, il primo pagamento non arriverà prima del 15 febbraio 2020 contestualmente alla consegna della della card.

Sospensione reddito di cittadinanza da febbraio: a chi?

Si ricorda, inoltre, che per chi non ha presentato l’aggiornamento dell’Isee entro il 31 gennaio il pagamento entro il 27 febbraio non arriverà: il pagamento, infatti sarà sospeso fino a quando non si sarà in regola con la documentazione. Se l’aggiornamento dell’Isee avverrà a febbraio i pagamenti del reddito di cittadinanza riprenderanno soltanto il 27 marzo (sempre che si sia ancora in possesso dei requisiti per l’erogazione).


Leggi anche: Esame avvocato 2021: Ministero della Giustizia verso la doppia prova orale

Per chi è riuscito ad aggiornare l’Isee entro il 31 gennaio, invece, nessuna preoccupazione, le ricariche del reddito di cittadinanza non subiranno interruzione alcuna.

Consigliamo quindi, a tutti coloro che non lo hanno ancora fatto di presentare la DSU aggiornata per ottenere l’aggiornamento dell’ISEE per avere la sospensione del reddito di cittadinanza più breve possibile.