Reddito di cittadinanza per il pagamento delle spese mediche (fisioterapista)

-
05/08/2019

Utilizzo della card del Reddito di Cittadinanza per pagare le spese del fisioterapista, è possibile? Quali sono i limiti? Analizziamo la normativa vigente.

Reddito di cittadinanza per il pagamento delle spese mediche (fisioterapista)

Reddito di cittadinanza per pagare spese mediche, il quesito di una nostra lettrice: Salve, vorrei sapere se con la carta del reddito di cittadinanza posso pagare la fisioterapia. Grazie

Reddito di cittadinanza: uso della card

Il reddito di cittadinanza non preclude le spese sanitarie. Infatti, la normativa ad oggi non vieta di utilizzare la carta del Rdc per spese mediche private o convenzionate ASL.  Quindi, a mio avviso la può usare tranquillamente. 

Con la carta del reddito di cittadinanza, la normativa prevede che si possono effettuare i seguenti acquisti:

  • acquistare beni di consumo in supermercati, negozi di generi alimentari (panettiere, macelleria, ecc.). I negozi devono essere abilitati all’uso della card;
  • per l’acquisto di farmaci o altri prodotti acquistati presso farmacie e parafarmacie;
  • pagamento di bollette consumo (luce, gas, acqua);
  • è possibile effettuare un prelievo di un valore massimo id euro 100 al mese (il valore può essere moltiplicato per la scala di equivalenza). Quest’ultima si basa sui componenti del nucleo familiare;
  • effettuare un bonifico al mese per il pagamento del canone di affitto o la rata del mutuo per l’abitazione del nucleo familiare.

Acquistare auto o gomme con il Rdc: le Faq aggiornate

Per quali acquisti non è possibile utilizzare la card?

Con la carta del reddito di cittadinanza non si possono effettuare i seguenti acquisti:

  • acquisto, noleggio e leasing di navi e imbarcazioni da diporto, nonché servizi portuali;
  • armi;
  • materiale pornografico e beni e servizi per adulti;
  • servizi finanziari e creditizi;
  • servizi di trasferimento di denaro;
  • servizi assicurativi;
  • articoli di gioielleria;
  • articoli di pellicceria;
  • acquisti presso gallerie d’arte e affini;
  • acquisti in club privati.

L’utilizzo della carta è inoltre vietato per  gli acquisti on-line o mediante servizi di direct-marketing.

Rdc: domande lavorate, respinte e cancellate