Reddito di cittadinanza: posso pagare treno e spese mediche?

-
12/06/2020

Reddito di cittadinanza: può essere usato per comprare un biglietto del treno o per pagare le spese mediche? Vediamo cosa prevede il decreto.

Reddito di cittadinanza: posso pagare treno e spese mediche?

Il Reddito di cittadinanza viene erogato tramite ricarica su una Carta PostePay intestata al titolare del sussidio. Il nucleo familiare può prelevare in contanti solo una parte della ricarica ricevuta (100 euro moltiplicati per la scala di equivalenza). Il resto del Reddito di cittadinanza ricevuto, quindi, deve essere utilizzato pagando con la carta. Ma non tutte le spese sono ammesse.

Reddito di cittadinanza treno e spese mediche

Una nostra lettrice ci chiede:

Sono una cittadina italiana di anni 56 che percepisce il RDC, inoltre percepisco una pensione d’invalidità del 100% (anche e non solo) per una patologia alla colonna vertebrale, ho subito all’età di 20 anni un’intervento chirurgico per scoliosi, volevo saper se posso pagare con RDC le spese di fisioterapia private per migliorare la mobilità. Inoltre soffro di incontinenza,a urinaria da 2 anni lo specialista mi ha prescritto come cura ginnastica pelvica anche questa a pagamento posso usufruire RDC. Ho un fratello che vive in Puglia posso pagare spesa del treno con RDC. Ringrazio fin d’ora per una cortese risposta e porco cordiali saluti.

Per il reddito di cittadinanza non esiste una lista delle spese ammesse, mentre esiste una lista di quelle vietate. Da quest’ultima è possibile desumere se una spesa può essere effettuata con la carta del Rdc oppure no.

Se si escludono gli acquisti vietati, infatti, la carta del sussidio può essere utilizzata come una qualsiasi carta prepagata, solo che invece di essere ricaricata dal titolare è ricaricata dallo Stato.

Con il reddito di cittadinanza non si possono acquistare beni di lusso come gioielli, pellicce, spese in gallerie d’arte ed affini.

Vietato comprare armi, impiegare i soldi in gioco di azzardo e scommesse (no, quindi, a lotto, superenalotto e gratta e vinci) ma anche spendere le somme in servizi finanziari e creditizi. Vietato inviare le somme all’estero ed acquistare materiale pornografico.


Leggi anche: Pensione di reversibilità e convivenza: indispensabile l’unione civile

Inoltre, visto che il decreto che ha introdotto il Reddito di cittadinanza esclude dal beneficio i possessori di barche da diporto, anche tutte le spese annesse, come ad esempio quelle portuali.

I divieti, a ben guardare riguardano tutte quelle spese che appaiono lontane dalle esigenze di una famiglia che versa in stato di povertà.

Tutte le spese non vietate, di conseguenza, sono consentite. Per rispondere alla sua domanda, quindi, sì, può pagare le spese mediche con il reddito di cittadinanza e può anche pagare il biglietto del treno per recarsi in visita a suo fratello.