Reddito di cittadinanza quali sono le regole e come va utilizzato

Il nuovo decreto stabilisce le regole per l’erogazione e il funzionamento del reddito di cittadinanza. Ecco tutte le novità

Il Reddito di Cittadinanza verrà erogato da aprile e la domanda potrà essere presentata da marzo con tre diverse metodologie: online, alle Poste o al CAF. La risposta si avrà entro cinque giorni, e l’importo verrà versato su carta prepagata.

Reddito di cittadinanza: cosa prevede il decreto

Ciò che è strato deciso con il decreto, approvato da pochi giorni, al riguardo del Reddito di Cittadinanza è che si potrà chiedere direttamente alle Poste ma anche online oppure tramite CAF.

Verrà istituito un sito web per aiuterà i cittadini nella procedura di richieda, come ad esempio informare di quali documenti necessitano per la domanda.

L’importo della prestazione sarà erogato tramite una carta prepagata di Poste Italiane, nel caso in cui il credito non sarà speso nel mese stesso non potrà essere accumulato nei mesi successivi, quindi si perde.

Per aiutare i cittadini ad inoltrare la richiesta del reddito di cittadinanza, in base a ciò che è previsto dal decreto legge, verrà istituito già da febbraio un sito internet che informerà dei documenti necessari per inviare la richiesta. Il sito sarà abilitato da marzo a ricevere le documentazioni e inoltrare la domanda.

Reddito di cittadinanza: come si spende il sussidio

Il decreto ha chiarito anche la modalità di come va utilizzato e speso il reddito di cittadinanza. I soldi ricevuti con il reddito di cittadinanza vanno spesi per beni di prima necessità. La carta non è abilitata per i giochi d’azzardo. È possibile prelevare solo 100 euro in contatti. I soldi non spesi nel mese vanno persi. Ad esempio se si riceve 780 euro mensili e nel mese si è speso solo 600 euro, i restati 180 euro vanno persi. Il mese successo si avrà sulla carta sempre un totale di 780 euro. Quindi verranno versati solo 600 euro.

Reddito di cittadinanza: come fare domanda di RdC

Il Governo ha annunciato che il reddito di cittadinanza partirà da aprile 2019.

I modi in cui si può inoltrare la domanda non è solo quello telematico, ma vi sono anche altre procedure: come rivolgersi direttamente agli uffici postali, oppure ai CAF.

Dopo l’invio della domanda l’Inps effettuerà le dovute verifiche ed erogherà l’importo su carta elettronica di Poste italiane.

Il reddito di cittadinanza è soggetto al un patto di lavoro che bisogna accettare e firmare presso gli uffici dell’impiego.

Esso consiste in un programma di reinserimento lavorativo che prevede, tra le altre cose, l’accettazione di almeno una di tre offerte congrue nei primi 12 mesi, o la prima offerta congrua dopo i primi 12 mesi. Per congruità si intende  la distanza da casa. Quindi le offerte di lavoro sono congrue quando:

  • La prima offerta di lavoro ha una distanza inferiore ai 100 km (o 100 minuti di percorrenza),
  • La seconda entro 250 km,
  • La terza su tutto il territorio nazionale. Per famiglie con disabili non superiore a 250 km.

Dopo i primi 12 mesi, invece l’offerta è ritenuta congrua entro 250 km per le prime due, e su tutto il territorio italiano per la terza ma per le famiglie con disabili resta entro 250 km per le tre offerte.

Il reddito di cittadinanza ha una durata di 18 mesi ma può essere rinnovato per altri 18 mesi se ci sono ancora i requisiti. Durante il periodo di rinnovo le offerte congrue sono per una distanza di 250 km per tutte e tre le offerte per le famiglie con disabili. Mentre per gli altri su tutto il territorio italiano.

Pensioni quota 100 e tutte le novità previste dal decreto per le uscite pensionistiche

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.