Reddito di cittadinanza senza requisiti, si rischiano multe salate e carcere

Senza dubbio, per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, qualcuno che vuole fare il furbetto ci sta sempre. Chiedere il reddito di cittadinanza, quando non vi trovate realmente in difficoltà economica, sarebbe meglio pensarci due volte.

Reddito di cittadinanza senza requisiti ecco cosa si rischia

Sono previste multe salate e carcere per chi dichiara di trovarsi in condizioni precarie di sopravvivenza, quando non è assolutamente cosi. I controlli della Guardia di Finanza, hanno scoperto 6 su 10 che hanno dichiarato una precaria situazione economica, quando in realtà non è affatto cosi.

Per quanto riguarda il contributo economico che sarà erogato dallo Stato italiano, ci sono intenzioni serie di controllare accuratamente non solo l’ISEE di chi chiede il sussidio, ma anche finte separazioni e divorzi fake.

Il vicepremier Luigi Di Maio, dichiara che oltre ad una salatissima multa, sarà previsto il carcere, per tutti quelli che cercheranno di fare i finti poveri, pur di ottenere i 780 euro, somma che rappresenta il reddito di cittadinanza.

Per chi fa carte false pur di avere il sussidio erogato dallo Stato, deve sapere che rischio di grosso. In base alla normativa in vigore, sono previste:

  • reddito-cittadinanzaPer chi mente sulla propria condizione economica, oltre ad una multa da 51 euro a 1.032 euro è prevista la reclusione da 6 mesi a 3 anni
  • Se invece viene danneggiato lo Stato italiano oppure un ente pubblica è prevista la reclusione da 1 a 5 anni in più una considerevole multa, da 309 a 1.549 euro.

Non è la prima volta che nel nostro Paese si tenta di fare il furbetto in qualche modo, pur di ottenere un contributo economico dallo Stato, ma questa volta ci saranno controlli molto accurati per quanto riguarda l’erogazione del reddito di cittadinanza.

Le truffe in Italia ci sono sempre state, ma questa volta si evidenzia il fatto che ogni singola domanda per quanto riguarda il reddito di cittadinanza verrà controllata e si mette in guardia tutti quelli che già hanno intenzione di fregare lo Stato di pensare bene prima di fare un inganno.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.