Reddito di emergenza 2020: non è sufficiente l’Isee basso

-
11/05/2020

Reddito di emergenza 2020 con nuovi parametri, non basta l’Isee inferiore a 15.000 euro, ci sono molte cose da rispettare.

Reddito di emergenza 2020: non è sufficiente l’Isee basso

Il reddito di emergenza è una misura riportata nel nuovo decreto legge che dovrebbe uscire nei prossimi giorni. Si tratta di una misura per un sostegno economico a tutti coloro che non sono entrati nelle precedenti misure a sostengo delle famiglie. Possono beneficiari i cosiddetti lavoratori a nero e tutti coloro che sono privi di reddito o i nuclei familiari con redditi bassi:  analizziamo chi può fare domande rispondendo ad una nostra lettrice. 

Reddito di emergenza: bisogna rispettare alcuni limiti

Una lettrice ci scrive: Salve,  sono una donna inoccupata, il mio nucleo familiare è composto da 2 adulti e 1 minore! Il nostro isee è di 7900€, essendo inoccupata io potrò richiedere il reddito di emergenza? Grazie

Lei può accedere al “Rem” se si trova nelle seguenti condizioni:

• avere la residenza in Italia

• il reddito mensile deve essere inferiore a quello del “Rem”

• il patrimonio mobiliare inferiore ai 10.000 euro (può arrivare fino a 20.000 euro in base alla composizione del nucleo familiare)

• reddito Isee inferiore a 15.000 euro.

Il reddito di emergenza non va confuso con il reddito di cittadinanza, può essere percepito solo per i mesi di giugno e luglio. 

L’importo del reddito di emergenza è così corrisposto: 

a) sono considerati tutti i componenti del nucleo familiare;


Leggi anche: Cashback e tassazione rimborsi in dichiarazione: le novità dall’Agenzia delle Entrate

b) sarà considerato il reddito familiare cumulando il reddito di tutti i componenti ed  è riferito ad una data mensilità secondo il principio di cassa;

c) sarà considerato il patrimonio mobiliare.

L’importo da corrispondere sarà pari a  400 euro mensili, moltiplicati per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (nucleo familiare), fino ad un massimo comunque non superiore a 800 euro mensili

I componenti del nucleo familiare non devono aver percepito o percepiranno il bonus di 600 euro per partita Iva o collaboratori. Inoltre, è compatibile con il reddito di cittadinanza solo se non supera il reddito di emergenza e potrà essere erogata la differenza. 

Il reddito di emergenza si basa sulla famiglia e sul nucleo familiare, quindi se il reddito mensile percepito è inferiore al reddito di emergenza spettante, e sono rispettati anche tutti gli altri requisiti, potrà accedere alla misura appena sarà ufficiale e l’Inps procederà all’emanazione delle circolari con le modalità per fare domanda.