Reddito di emergenza da aprile per tutti i lavoratori: ecco a chi spetta

-
29/03/2020

In arrivo il reddito di emergenza per far fronte alla crisi economica che coinvolgerà colf, badanti, agricoli, commercianti, autonomi, liberi professionisti, stagionali, precari e irregolari.

Reddito di emergenza da aprile per tutti i lavoratori: ecco a chi spetta

Stroncata sul nascere l’ipotesi di estendere il reddito di cittadinanza a tutti per combattere la crisi economica. Il Ministro Gualtieri smentisce le ipotesi che vorrebbero una modifica al reddito di cittadinanza (uno strumento ordinario che non può, quindi, essere usato anche come misura straordinaria) ma annuncia che il prossimo Decreto Cura Italia, atteso per il mese di aprile, conterrà il Reddito di Emergenza (REM) che dovrà andare a tamponare l’emergenza economica derivante dalla situazione sanitaria.

Reddito di Emergenza

Il REM è un sostegno economico che sarà erogato a tutti coloro che durante l’emergenza cornavirus hanno dovuto sospendere il lavoro.

Il REM andrà a sostenere tutti coloro che non sono rientrati nella cassa integrazione (spettante soltanto ai lavoratori dipendenti) con lo scopo di aumentare (si parla di un raddoppio addirittura) l’indennità di 600 euro spettante ai lavoratori autonomi e liberi professionisti e di tutelare tutto il lavoro sommerso. Molte sono, infatti, le persone rimaste fuori dall’indennità di 600 euro e proprio a queste persone il sostegno economico verrà dal nuovo REM.

I 6 miliardi di euro stanziati per il reddito di emergenza andranno suddivisi tra 10 milioni di lavoratori.

A chi spetterà il reddito di emergenza? Il REM è dedicato a chi ha un lavoro ma lo ha dovuto sospendere a causa del coronavirus. L’indennità spettante sarà corrisposta per tutta la durata della crisi e spetterà a commercianti, agricoli, partite Iva, collaboratori, stagionali, lavoratori dello spettacolo, liberi professionisti, colf e badanti, precari irregolari e intermittenti.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Il REM andrà a coprire anche quei lavoratori che, finito di percepire la Naspi in questi mesi è impossibilitato, a causa della crisi a trovare nuovo lavoro.

Molto probabilmente, però, saranno esclusi dalla nuova indennità coloro che già percepiscono il reddito di cittadinanza.

I requisiti per poter accedere alla misura, in ogni caso, saranno resi noti con la pubblicazione del nuovo Decreto Cura Italia che il governo dovrebbe varare nel corso del mese di aprile.