Reddito di emergenza: compatibilità con aspettativa e reddito di cittadinanza

-
22/04/2020

Reddito di emergenza: vediamo la compatibilità o meno con aspettativa non retribuita e reddito di cittadinanza.

Reddito di emergenza: compatibilità con aspettativa e reddito di cittadinanza

Molti sono i lettori che ci scrivono in cerca di risposte ai propri dubbi sul prossimo reddito di emergenza, che dovrebbe essere contenuto nel decreto di fine aprile/inizio maggio. Premettiamo che le notizie al riguardo, momentaneamente, provengono da voci di corridoio e da informazioni lasciate trapelare da governo e ministri e fino alla pubblicazione del decreto relativo non si avrà nulla di certo nè su come presentare domanda, nè su quelli che possono essere i beneficiari della misura.

Reddito di emergenza e compatibilità

Alcuni lettori ci hanno scritto

1)Buon pomeriggio,
Sono una lavoratrice dipendente, settore banca, per curare mia figlia in questa emergenza ho richiesto e ottenuto un periodo di 4 mesi di aspettativa non retribuita, mi domando se ho anche io la possibilità di richiedere il bonus di emergenza. Grazie.

2)Salve,in famiglia siamo 5 persone,percepiamo 600€di RDC che avra’scadenza a Settembre.Abbiamo una situazione ISEE inferiore a 2000€annui….potremmo presentare domanda di Reddito di Emergenza senza vederci togliere il Reddito di Cittadinanza??? Grazie anticipatamente per la risposta.

Rispondiamo ai nostri lettori:

1)Come anticipavo in apertura non c’è nulla di sicuro per il reddito di emergenza. I dubbi si chiariranno con la pubblicazione del decreto che lo contiene. Posso dirle cosa penso io in proposito (visto che un caso come il suo è abbastanza particolare e non è stato fatto alcun esempio che o comprenda). Io penso che come accade per la Naspi, il reddito di emergenza spetti a chi si trova involontariamente senza reddito. Anche se lei è in aspettativa e non percepisce stipendio l’attività per cui lavora (la banca) non ha chiuso a causa emergenza coronavirus. Il reddito di emergenza, da quello che emerge dalle informazioni trapelate, spetterà a chi ha subito un danno dall’emergenza coronavirus. Per lei il non lavorare e non percepire reddito dipende da motivi familiari indipendenti dall’epidemia. 


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Potrei ovviamente sbagliarmi, le consiglio, quindi, di attendere il decreto per capire se vi rientra o meno.

2)Il reddito di emergenza spetterà a chi non riceve altri aiuti dallo stato e su questo anche il ministro dell’economia è stato molto chiaro. I percettori di altri aiuti statali, come appunto il reddito di cittadinanza, saranno esclusi dalla misura. Nell’indennità di 600 per i lavoratori autonomi, infatti, era chiaramente specificato nel decreto che i percettori di Rdc non poteva percepire l’indennità. Penso che anche nel reddito di emergenza sarà chiarita la stessa cosa. Anche se presentasse la domanda di reddito di emergenza, quindi, la stessa non verrebbe accolta perchè già percettore di un aiuto da parte dello Stato.

Per approfondire si può leggere anche: Reddito di emergenza di aprile da 800 o 400 euro: spetta per partite Iva attive dopo il 23 febbraio?