Regime forfetario e imposta sostitutiva: il question time

-
22/02/2019

Regime forfetario e imposta sostitutiva al 20%, il question time del Ministero dell’Economia e Finanze, le novità.

Regime forfetario e imposta sostitutiva: il question time

Nel question time del 20.02.2019 n. 5-01486 sono stati forniti chiarimenti in merito al nuovo regime fiscale forfettario, modificato dalla L. 145/2018.

Il sottosegretario all’Economia, dopo aver esposto la disciplina, ha precisato che anche l’applicabilità dell’esenzione dell’Iva, a partire dal 2020, per gli imprenditori individuali ed esercenti arti e professioni con ricavi fino a 100 mila euro è subordinata al rilascio di una richiesta di misura di deroga agli organi comunitari e che, per i contribuenti che aderiranno a tale regime, il reddito è determinato con le modalità ordinarie, e non con quelle previste per il regime forfettario, confermando inoltre il divieto di accesso alle rassociazioni tra professionisti.

Regime forfettario o del’imposta sostitutiva del 20%

I contribuenti rientrano nell’ambito di applicazione del regime forfettario o dell’imposta sostitutiva del 20% in base alla soglia di ricavi/compensi conseguiti nell’esercizio precedente, a nulla rilevando i costi sostenuti, né il reddito conseguito.

La ministra della Difesa, Elisabetta Trenta, risponde a interrogazioni sulle iniziative a supporto dei fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, anche in vista dell’arbitrato internazionale previsto per il mese di luglio 2019; sugli investimenti per il comparto della Difesa.

La ministra degli Affari regionali e autonomie, Erika Stefani, risponde a una interrogazione in merito al sistema di finanziamento del trasferimento di competenze alle Regioni Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna, al fine di garantire adeguati livelli delle prestazioni nelle restanti Regioni.


Leggi anche: Bonus casalinghe 2021: attesa per i decreti attuativi, requisiti e come funziona

Regime forfetario: question time

Mercoledì 20 febbraio 2019: “Il ministro dell’Economia e finanze, Giovanni Tria, risponde a interrogazioni sullo stato di attuazione delle misure per l’accelerazione degli investimenti pubblici di cui alla legge di bilancio per l’anno 2019 e intendimenti circa la possibile riallocazione di una parte delle risorse previste per il reddito di cittadinanza a favore di un programma di «lavoro di cittadinanza»; sulle prospettive relative all’ingresso del Ministero nel capitale azionario di Alitalia; sulle ipotesi di interventi correttivi rispetto al quadro di finanza pubblica per il 2019; sulle iniziative in ambito nazionale ed europeo per l’istituzione di una zona franca relativa all’intero territorio della Sardegna”.