Regime forfettario e flat tax, le ultime novità della legge di Bilancio 2019

I forfettari sono esclusi dalla fatturazione elettronica, lo precisa la legge di Bilancio 2019 (L. 145/2018), la quale ha previsto che gli aderenti al nuovo regime forfettario con la flat tax 15% devono, a partire dal 1.01.2019, emettere fatture senza l’applicazione dell’Iva.

Regime forfettario e Flat tax

Possono aderire a tale regime le persone fisiche esercenti attività d’impresa o arti o professioni che nel 2018 hanno conseguito ricavi o compensi e ricavi tra 65.001 e 100.000 euro. Questo regime prevede l’applicazione della flat tax o imposta sostitutiva al 20%.  Sono previste 2 cause ostative all’adesione al regime agevolato:

  • la partecipazione nelle società di persone o associazioni e nell’impresa familiare;
  • il controllo diretto o indiretto di una Srl o di un’associazione in partecipazione, purché la Srl o l’associazione svolgano un’attività riconducibile a quella svolta dalla persona fisica potenzialmente interessata alla flat tax.

E’ importante sottolineare che il regime forfettario e la flat tax sono eterogenei nelle modalità di applicazione del reddito imponibile da sottoporre a imposta sostitutiva; se, infatti, nel regime forfettario l’imponibile è individuato attraverso un abbattimento percentuale dei ricavi (indipendentemente da spese e oneri sostenuti), nel modello flat tax l’imponibile è determinato analiticamente secondo le ordinarie regole previste dal Tuir sul reddito di impresa e di lavoro autonomo.

Fonte: Il Sole 24 ore

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.