Regime forfettario: Pos e fattura elettronica sono obbligatori?

-
30/12/2019

Regime forfettario e obbligo di pos e fattura elettronica, cosa cambia nel 2020? Tutte le novità della legge di Bilancio 2020.

Regime forfettario: Pos e fattura elettronica sono obbligatori?

Tanti i dubbi innescati con la nuova legge di Bilancio 2020 sul regime forfettario e gli obblighi fiscali di Pos e fattura elettronica. Un lettore ci ha posto due domande specifiche sull’obbligo di aderire alla fatturazione elettronica e l’utilizzo del Pos per i pagamenti. Analizziamo cosa prevede la normativa rispondendo anche al nostro lettore.

Regime forfettario: fattura elettronica e Pos obbligatorio

Analizziamo il quesito di un nostro lettore, la prima domanda è stata risposta in quest’articolo: Scontrini telematici: proroga fino al 1° luglio 2020, obbligo per i forfettari, le novità

Sono un soggetto forfettario per una attività di Servizi Postali, e pongo queste domande:

1)     Per la fatturazione elettronica da quando diverrà obbligatoria essendo un soggetto forfettario?

2)     Per il Pos l’obbligatorietà sembra che sia stata prorogata al 01/07/2020 questa data sarà valida anche per i forfettari?

Fattura elettronica 2020 con il nuovo regime forfettario

La normativa prevede che coloro che rientrano nel regime forfettario sono esclusi dall’obbligo dell’emissione della fattura elettronica. La norma lascia aperta la possibilità per i contribuenti di aderire lo stesso introducendo un regime premiante.

Per tutte le aziende e i professionisti che emetteranno le fatture solo in formato elettronico potranno beneficiare della riduzione di un anno del termine di cinque anni di accertamento.

Regime forfettario: cosa prevede la Legge di Bilancio 2020, le novità

 Pos obbligatorio anche per i forfettari?

La nuova legge di Bilancio 2020 conferma la cancellazione delle sanzioni per chi non accettava i pagamenti tramite Pos. Vengono confermati i vantaggi dei pagamenti tramite Pos con un credito d’imposta che andrà in vigore dal 1° luglio 2020. Il credito di circa il 30% compenserà le spese e commissioni addebitate per la transazione dei pagamenti attraverso carte bancomat, di credito o prepagate. Quest’agevolazione del credito prevede un limite, nell’anno d’imposta precedente non bisogna aver superato ricavi o compensi pari a 400mila euro.

Abolizione regime forfetario per ricavi tra 65.000 a 100.000 euro, le novità