Renzi, contro la Flat tax parla, anche del numero dei figli per il bonus 80 euro

Matteo Renzi sulla flax tax e sul bonus di 80 euro erogato anche in base al numero dei figli: vediamo cosa dice il segretario del Pd.

Il segretario del Pd Matteo Renzi intervistato a Domenica Live parla della flax tax

“La proposta magica della flat tax vorrebbe dire considerare allo stresso modo miliardari e operai. Finché ci sono io non ci sarà” e spiega “Giù le tasse a chi non arriva alla fine del mese e non ai multimiliardari, se no non ha senso” poichè la proposta di Berlusconi andrebbe ad agevolare i più ricchi e non chi ne ha bisogno.

Renzi torna a parlare di bonus 80 euro con delle modifiche “Dobbiamo inserire il numero dei figli come elemento per avere uno sconto fiscale, ci sono polemiche su questo ma oggi viviamo in un paese in cui non si fanno bambini. La questione di dare un assegno universale per ogni figlio che nasce, per usufruire di un o sconto fiscale, è una misura giusta, poi bisognerà dire come fare”, per Renzi i figli sono la questione fondamentale e non vanno dimenticati.

Renzi spiega gli 80 euro : “Se tu sei una persona che guadagna meno di 1500 euro hai il bonus da 80 euro, sono 4 anni che c’è non è una mancetta elettorale è un meccanismo che a qualcuno piace a qualcuno no, secondo me è giusto, c’è chi guadagna sempre più e il ceto medio che non arriva a fine mese. Noi gli 80 euro li abbiamo annunciati qui, sono 4 anni che ci sono, milioni di italiani li prendono ma negli ultimi giorni tutti i miei avversari che avevano criticato gli 80 euro hanno detto che è una misura che lasceranno” ma “mettiamo che tu prendi 1400 ero ma se sei in coppia siete in due a prendere gli 80 euro. Invece uno che prende 1600 euro, ha 4 figli e la moglie casalinga i soldi non li prende. Dobbiamo inserire il numero dei figli come elemento per avere uno sconto fiscale” per questo è importante il numero dei figli.

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.