Revoca domanda di pensionamento quota 100, ecco cosa bisogna fare

Pensionamento con quota 100, la domanda già presentate può essere ritirata? Analizziamo cosa prevede la normativa.

Pensione quota 100 con 62 anni di età e 38 anni di contributi, analizziamo il quesito di un nostro lettore:

Premesso che sono un impiegato comunale con 64 anni di età e  40 anni di servizio di ruolo, ivi compreso un anno di servizio militare che in virtù della nuova normativa in materia di pensionamento anticipata Quota 100, ho presentato via on-line all’INPS, nonché al Comune dove lavoro, per il tramite di un patronato, in data 31/01/2019, la domanda di pensione anticipata, con decorrenza  01/08/2019. Qualche giorno dopo, però, mi sono reso conto di essere stato troppo tempestivo, infatti, a tutt’oggi, non conosco l’entità della mia pensione futura.

Pertanto, chiedo  se è possibile ritirare la mia domanda di pensione e in che modo devo farlo. Ringrazio e porgo distinti saluti.

Domanda di pensione Quota 100, si può revocare? 

Unitamente alla domanda di pensione all’Inps, lei ha anche presentato le dimissioni per prepensionamento all’ente. Poiché la domanda e’ in lavorazione la può ritirare tranquillamente, lo stesso deve fare con l’amministrazione. Se non intende andare in pensione le conviene farlo il prima possibile, in quanto il datore di lavoro, deve provvedere alla sua sostituzione in tempo utile. 

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”