Revoca domanda pensione nella scuola è possibile?

-
18/03/2019

La scuola non permette ripensamenti sulla domanda di pensione: una volta presentata domanda di cessazione dal servizio non si può tornare indietro.

Revoca domanda pensione nella scuola è possibile?

Nel comparto scuola, come abbiamo scritto in diverse occasione, vige una normativa del tutto diversa rispetto a tutte le altre categorie di lavoratori per quel che riguarda il pensionamento. I lavoratori del comparto scuola, indipendentemente da quando maturano i requisiti di pensionamento nel corso dell’anno, hanno un solo giorno all’anno per poter accedere alla pensione: il 1 settembre.

E devono presentare domanda di cessazione dal servizio entro determinati termini insieme alla domanda di pensione. Tutto un altro mondo rispetto ai lavoratori del settore privato e quelli delle altre pubbliche amministrazioni. 

Revoca domanda di pensione: è possibile nella scuola?

Un nostro lettore ci scrive: “Buongiorno, Volevo esporre il mio caso. Ho inoltrato domanda di pensionamento alla scuola e all’INPSa dicembre 2018. Ho chiesto la revoca . Mi è stato detto dalla scuola ,tramite Provveditorato, che non è possibile. Io compio 67 anni nel 2020 e vorrei andare in pensione di vecchiaia. 
Gentilmente potete aiutarmi a dipanare questo inghippo? Vi ringrazio infinitamente “.

Purtroppo non è possibile presentare una revoca della domanda di pensione nel comparto scuola. Una volta presentata domanda di cessazione di servizio si ha tempo, per i ripensamenti, fino al termine ultimo per la presentazione della domanda stessa, dopodichè la scelta è fatta e non si può tornare indietro.

Se ha presentato domanda di cessazione dal servizio entro il 12 dicembre 2018, purtroppo, non può avere ripensamenti e deve continuare per la strada scelta lo scorso dicembre.

Leggi anche: Pensione quota 100, anticipata, opzione donna e ape sociale, per il comparto scuola, circolare Miur