Riduzioni contributi forfettari 2019: come presentare domanda e la data di scadenza

Regime agevolato contributivo Inps permette una riduzione del 35% della contribuzione dovuta. Ecco chi può presentare domanda

La legge di Bilancio 2019 ha introdotto delle novità al riguardo il regime dei forfetari, ampliando la platea dei possibili destinatari. Quest’ultimi  dovranno presentare domanda entro il 28 febbraio 2019 per poter aderire al regime agevolato Inps per i forfetari.

L’Inps, con la circolare n. 22 del 31 gennaio 2017, ha stabilito nel dettaglio come aderire a tale regime agevolato, che prevede la possibilità per i contribuenti di avere una riduzione del 35% della contribuzione dovuta ai fini previdenziali. La riduzione del 35% opera sul reddito non eccedente il minimale, ma anche sul reddito eccedente il minimale.

Regime agevolato Inps: cosa comporta la riduzione contributiva

La riduzione contributiva dà luogo ad un accreditamento di mesi ai fini pensionistici inferiore rispetto al versamento integrale. Ciò comporta, per chi vorrà vedersi accreditare i 12 mesi di contributi, il versamento del 100% o comunque la differenza per raggiungere il contributo dovuto sul minimale.

Bisogna fare una valutazione in merito a questa circostanza in base alla propria posizione previdenziale. Nel caso in cui dovessero mancare pochi anni alla pensione, forse varrebbe la pena finire il versamento senza riduzioni in modo da aver accreditamenti di mesi inferiori in proporzione ai 12 spettanti.

Riduzioni contributi: scadenza domanda Inps

Con la circolare n. 22 del 31 gennaio 2019, l’Inps ha cambiato le modalità di comunicazione, infatti ora l’accesso al regime agevolato solo previa domanda da parte dell’interessato.

Per chi aderisce al regime forfettario che nel 2018 hanno aperto un’attività di impresa e vogliono aderire al regime agevolato contributivo devono presentare domanda entro il 28 febbraio 2019.

Invece per chi apre una nuova attività nel 2019 con regime forfettario deve fare immediata comunicazione all’Inps della propria intenzione di aderire al regime agevolato contributivo. In questo modo che l’Inps possa applicare una corretta tariffazione annuale.

Bisogna ricordare che l’adesione a tale regime implica l’impossibilità di godere dei benefici per gli iscritti sopra i 65 anni di età e sotto i 21 anni. Inoltre l’uscita dal regime stesso, o per la perdita dei requisiti o per recesso, ciò determina l’impossibilità di rientrarvi nuovamente in futuro. Circostanza invece diversa per il regime forfetario, che invece può operare un anno, consentire al soggetto di fuoriuscire l’anno successivo per poi rientrare l’anno dopo ancora.

Riduzioni contributi Inps: come presentare domanda

La domanda per aderire al regime agevolato Inps, va presentata per via telematica con l’apposito modulo online, disponibile per gli utenti in possesso del Pin Inps dispositivo, attraverso il proprio cassetto previdenziale, accedendo alla voce “domande telematizzate”.

È possibile presentare domanda fino al 28.02.2019 per chi vuole fruire della riduzione a partire dall’anno 2019. Per gli anni successivi, non sarà più necessario presentare alcuna domanda, tranne quella di recesso, se si intende abbandonare il regime agevolato per tornare all’ordinario. In quest’ultimo caso, non sarà poi più possibile accedervi in futuro.

Regime forfetario: adesione, semplificazioni, esclusione e start up, tutte le ultime novità

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.